10 novembre 2009

Ubuntu! (e due)


Per i fortunati possessori di un netbook Compaq mini 700 (non troppo rari, da queste parti - è il netbook che Three regala quando si sottoscrive un contratto dati), due righe di consigli su cosa fare per installarci una distribuzione che si suppone essere user-friendly.

In primo luogo, la connessione di rete. Se c'è un modo per far funzionare Ubuntu 9.10 con le schede di rete del mini 700, io ancora non l'ho trovato. Se installate da zero Ubuntu 9.10, non sembra esserci modo di farle funzionare affatto (sebbene i driver vengano caricati correttamente e lspci identifichi entrambe le schede). Dovete dunque installare Ubuntu 9.04 e poi aggiornare a 9.10, per provare il piacere di avere un netbook funzionante per circa due riavvii e/o un aggiornamento del kernel, prima che Ubuntu, per suoi motivi misteriosi, rinomini la vostra scheda wireless "eth1_renamed" e smetta di riconoscerla. A quel punto (saranno passati circa due giorni) vi tocca ricominciare da zero.

Potreste rimanere con Ubuntu 9.04, che funziona perfettamente col problema, relativamente minore, che non ha audio. Il problema si risolve scaricando i sorgenti di alsa-driver, alsa-lib e alsa-utils e ricompilandoli a mano (./configure && make && sudo make install in ciascuna delle tre directory). Il processo porta via poco meno di mezz'ora e va ripetuto
(premettendo un make clean) ogni volta che il kernel viene aggiornato.

L'alternativa è Kubuntu, con qualche accortezza. Intanto, assicuratevi di avere il netbook connesso con l'alimentatore fin dal momento del riavvio: altrimenti Kubuntu non riconosce la scheda di rete (quella fissa). Problema minore, direte voi, tanto io sul netbook conto di usare solo la wireless: e qui casca l'asino, perchè Kubuntu non ha i driver della scheda wireless e deve scaricarli dalla rete - utilizzando la scheda wired.

L'interfaccia utente di Kubuntu Netbook Remix non è delle migliori (spero che la versione definitiva, attesa per il prossimo anno, sia almeno marginalmente utilizzabile). La lista delle applicazioni è dinamica e viene gestita in maniera piuttosto oscura, spostando le icone, mi pare, in base alla frequenza d'uso delle varie applicazioni; non sembra possibile modificarla in alcuna maniera, non esiste, come in Ubuntu Netbook Remix, un pannello dei "favorites" dove piazzare in permanenza le applicazioni più usate - il pannello superiore sembra essere adibito ad una funzione simile, ma l'utente non può controllarlo, mi par di capire che il sistema ci piazzi le applicazioni usate più di frequente, ma all'atto pratico sembra che le icone appaiano e scompaiano in maniera più o meno casuale. La cosa più curiosa di tutte però l'ho vista nel pannello delle applicazioni per Internet. Sotto l'icona di Firefox (con la dicitura "Mozilla Firefox Browser") si trova in realtà uno script che cerca di installare Firefox anche se è già installato. Per far comparire un'icona corrispondente in effetti a Firefox bisogna lanciare l'installatore almeno una volta e poi riavviare il computer. Al riavvio, ci saranno due icone di Firefox, quella giusta è quella con la dicitura "Firefox Web Browser", a cliccare sull'altra si finisce semplicemente a cercare di reinstallare Firefox all'infinito.

Tanto per non farvi sentire la mancanza di Ubuntu, anche in Kubuntu l'audio non funziona. C'è stato il grande passaggio a Pulse come infrastruttura audio unificata, e il team di Kubuntu lamenta (giustamente) che un sacco di applicazioni fanno casino perchè cercano di usare ancora Alsa; dunque, per facilitare la vita a tutti, hanno stabilito dei default che assicurano che nessuno dei due sistemi funzioni correttamente.

Per far funzionare l'audio dovete

  • andare in system -> system settings, selezionare multimedia e per ogni voce spostare "Pulse Audio" al primo posto nella lista. Dal momento che Pulse è adesso l'infrastruttura base per KDE4, hanno pensato bene di non farlo utilizzare per default da nessuna applicazione a meno che non andiate a spostare le preferenze a manina. Geniale
  • installare una serie di pacchetti. Andate a linea di comando, risparmiate tempo: sudo apt-get install libasound2-plugins "pulseaudio-*" paman padevchooser paprefs pavucontrol pavumeter e poi sudo vi /etc/asound.conf (che non esiste) mettendoci dentro quanto segue:
    pcm.pulse {
    type pulse
    }
    ctl.pulse {
    type pulse
    }
    pcm.!default {
    type pulse
    }
    ctl.!default {
    type pulse

    }
  • A questo punto (dopo un riavvio) in realtà funziona tutto, ma non potete accorgervene perchè tutti i componenti che utilizzano Alsa (via un plugin che ridirige l'output di Alsa a Pulse) hanno il volume pressochè azzerato e non c'è modo, dall'interfaccia, di cambiarlo. Tornate al terminale ed eseguite alsamixergui che vi permetterà di regolare il master volume delle applicazioni che usano Alsa
Non sono ancora riuscito a capire come far funzionare la webcam (per ora non si accorge neanche della sua esistenza) e purtroppo, a differenza di Ubuntu Netbook Remix, non sembra esserci un modo per liberarsi dell'atroce interfaccia utente per passare a quella regolare di KDE. Anche l'audio MIDI, per ora, non sembra funzionare, quindi scordatevi i vecchi giochi MS-DOS in Dosbox/Dosemu. Per il resto sembra ragionevolmente stabile e la procedura di installazione e configurazione è piuttosto semplice in confronto, per esempio, a cercare di suonare il pianoforte con i testicoli.

9 commenti:

alk! ha detto...

E per il bluetooth? come fai a farlo funzionare?

farlocca farlocchissima ha detto...

vedi che stamattina stavo giusto pensando di radere al suolo un vecchio notebook e metterci ubuntu... mi sa che è meglio se prima studio un po' sui forum :-D

Brownout ha detto...

Per quanto riguarda la questione della scheda di rete wired in funzione dell'alimentazione all'avvio, su un HP Mini (cambia nulla) ho risolto con un upgrade del firmware del BIOS, era specificamente indicato nelle release notes.

Uriel ha detto...

Per la webcam: procurati i drivers gspca
http://linuxtv.org/hg/~jfrancois/gspca/ da qui e compilali. La versione presente nei repository e' piuttosto datata. Io ho avuto qualche problema anche con la mia webcam.

Per la scheda Ethernet, vai sul menu di Grub e passa acpi_os_name=Linux tra i parametri: il problema sembra essere che solo con la batteria accesa si accorge della scheda per via dell' acpi controller predisposto per Windows.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Alk!: tempo fa ho passato parte di un piacevole weekend, la parte meno piacevole, a far funzionare un'antenna GPS bluetooth con un Samsung NC10/Ubuntu 9.04. Alla fine qualcosa ne ho guadagnato: ho ampliato il mio repertorio di bestemmie.

alk! ha detto...

@Palmiro Pangloss
beh dai almeno qualcosa ci hai guadagnato..
comunque sia con ubuntu che con kubuntu 9.10 non ho alcun problema ne con l'audio ne con l'ethernet.. all'inizio solo col wireless che ha bisogno di scaricare il driver dai repository, ma poi nient'altro...
webcam ok.. l'unica cosa, come già detto è il bluetooth.. ma è possibile?? porca miseria.. a questo punto torno a windows 7 e basta..(e devo dire che mi piace ubuntu 9.10, ma pare che nuova distro, nuovo problema, nella 9.04 un casino per l'audio)... Se trovate la soluzione per il bluetooth fatemelo sapere mi raccomando XD!!

Claudio ha detto...

mi sento quasi miracolato a leggerti, visto che per il me il passaggio 9.04 > 9.10 e' andato liscio come l'olio sia sul computer di casa che sul netbook (uno scrauso advent 4213). In seguito, ho reinstallato il netbook from scratch perche' volevo far qualche prova con ext4 nativo, truecrypt e compagnia bella, ed anche in questo piu' liscio di quel che mi aspettassi visto che la scheda di rete realtek e' stata beccata in automatico, mentre nella 9.04 dovevo usar i driver di windows.
Unica cosa, quando crei lo usb stick per l'installazione usando lo usb-creator fornito con ubuntu stessa NON bisogna scegliere l'opzione che permette di salvare i documenti creati usandolo come "live" sullo stick stesso: questo fotte immancabilmente lo stick e l'installazione non va. Scegliendo l'opzione "Cancellali a meno che non li salvi da qualche altra parte" tutto ok.
A questo punto, qualche microscopico dubbio sulle procedure di testing potrebbe sorgere..

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Claudio: mah, guarda, giusto per rendere giustizia a Ubuntu, bisogna anche dire che sulle mie due macchine desktop, a casa e in ufficio, l'upgrade non era mai stato cosi' liscio. Sono i netbook, a quanto pare, il disastro. Questo weekend non ho tempo di tentare un aggiornamento del mio venerabile Thinkpad, ma sospetto che mi dara' meno problemi che il nuovo arrivato. Poi Mrs. Inminoranza va via per una settimana cosi' ho tempo per aggiornare la sua macchina e porre rimedio a tutti i disastri conseguenti...

Uriel ha detto...

Inminoranza va via per una settimana cosi' ho tempo per aggiornare la sua macchina e porre rimedio a tutti i disastri conseguenti...
-----

Una volta le mogli in vacanza avevano paura, quando lasciavano casa. (e anche le mogli di quelli in trasferta in Germania).

Poi e' arrivato Linux.