07 aprile 2007

Buona pasqua un caxxo

Questo doveva essere un pacato post di risposta a Maedhros, al commento che mi ha lasciato a proposito di Anno Zero, sulle questioni dei diritti e dell'immigrazione, e incidentalmente sul metodo Di Bella.

Il post, per cause indipendenti dalla nostra volontà, è stato rimandato, spero a domani o al massimo a martedì.

Dice, perchè? Perchè era un paio di giorni che non leggevo giornali italiani, per cui questa cosa qui mi è arrivata fra capo e collo come una sorpresa. Come mi capita sempre in questi casi, ho cancellato il post che stavo abbozzando e ne ho scritto uno pieno di improperi, insulti e auguri di forca e impalamento per una serie di personaggi. Poi, fortunatamente, ho cancellato pure quello.

C'è ben poco che potrei aggiungere a quello che ha scritto Restodelmondo qui in particolare su questo episodio, e qui in generale per un'opinione sulle cose italiane. Posso solo dire che tutto sommato mi sento più garantito qui dalla destra di Sayeeda Warsi e Michael Portillo che in Italia dalla sinistra della Binetti e della Bindi. E c'è di peggio: mi sento più garantito come ateo in quella che è tecnicamente una teocrazia, in cui il capo dello Stato è anche capo della Chiesa di Stato e "Defender of the Faith", che nella laica Repubblica Italiana.

Se ho quasi convinto Maedhros a votare Lega alle prossime elezioni, Rosy Bindi m'ha quasi convinto a votare Tory. Anche questa, dopotutto, è una exit strategy.

2 commenti:

claudio ha detto...

Come ho scritto in altro commento, l'ho imparato da mia madre appena arrivato a casa, non e' riuscita manco a dirmelo, l'ho letto.
Sono spossato, eugenio. Spossato.
Come minchia si fa a parlar di politica, di futuro, di altro, quando un cinno di 16 anni si ACCOLTELLA da solo..

claudio

Maedhros ha detto...

Dubito che Rosy Bindi sia capace di fare qualcosa di buono, sia pur indirettamente.
Ma per la verità, non ho capito bene cosa c'entri con questa storia di merda.

Quel povero ragazzo non è vittima di una discriminazione contro gli omosessuali, a parer mio.
E' vittima dell'ennesima prevaricazione, dell'ennesima violenza gratuita perpetrata nei confronti dell'inerme, del meno preparato a difendersi.
Ne son caduti vittima grassi, ebrei, ragazze troppo alte, o ragazzi troppo bassi, o addirittura gente troppo bella.
Magari non tutte le volte si arriva all'epilogo fatale, ma sono tutte storie che appartengono allo stesso filone.
Non importa quale sia la causa scelta dai bastardi di turno, va bene qualunque cosa, purché possano sfogare la loro vigliaccheria senza correre il rischio di essere presi a calci nel culo, affinché per almeno poche ore superino il complesso "dell'avercelo piccolo".

La causa fondamentale, la colpa per l'esattezza, risiede nell'abdicazione degli educatori (famiglia, scuola, in senso lato convenzione sociale predominante) dal proprio ruolo fondamentale: che prima dei diritti, e condizione per averne, vengono i doveri, e il non osservarli comporta punizioni adeguate, riabilitative in quanto rendono consci della poca piacevolezza del delinquere.

E senza sconti dovuti al solo fatto di trovarsi nell'età in cui l'uomo è maggiormente portato verso l'imbecillità, cioè l'adolescenza.
Anzi!

La realtà invece consegna l'ennesimo rito funebre, con i pagliacci plaudenti alle solite stupide frasi prive di significato, pronunciate magari dagli stessi pezzi di merda che hanno imbastito la scena.