05 ottobre 2009

Però una cosa non l'ho capita


OK, tutti a ridere di Repubblica che intervista una battona come se fosse Giovanna d'Arco, tutti a menarla che la sinistra diseduca le ragazzine perchè gli fa credere che a battere poi si diventa eroine del popolo, però, cacchio, che da quelle bocche fosse uscito un solo mormorio di condanna perchè, insomma, anche prendere delle battone e candidarle per servizi ricevuti ad elezioni che spaziano dalle europee alle amministrative, non sarà un minimo diversamente educativo per le ragazzine di cui sopra?

Cioè, fatemi capire, intervistare una battona è male e farle fare in quanto battona l'europarlamentare o la consigliera comunale è ineccepibile?

34 commenti:

Dund ha detto...

eugenio non mi pare che nessuno, almeno tra i convertiti a cui si predica da quelle parti, trovi ineccepibile etc. però da santoro di settimana scorsa (che se durava 5 minuti in più la puntata, la d'addario scoppiava in larcime e lui sbancava, maledetto implacabile palinsesto) in poi, se quando le battone fanno le madonnine infilzate, gli si danno anche i soldi e gli si mette l'aureola per piangere sangue meglio, poi non ci si può lamentare se il nemico ci addita come difensori di mignotte.
si è capito?

rosalux ha detto...

Eh, anche a me questa cosa ha lasciato più che perplessa: le ragazze - la daddario e l'altra, la "ragazza immagine" - hanno mostrato una forse cinica ma sana indifferenza al "fascino del potere". E' merce rara, e come tale è apprezzabile. Non mi è chiaro perchè dovrebbe essere nascosto ad una bambina come fatto scandaloso, visto che non induce alcun appetito, ne' mi è chiaro perchè dovrebbe spingere nell'abisso della perdizione sapere che una mignotta ne ha imbroccata una giusta, magari anche solo perchè non è stata pagata come pattuito.

Condivido poi pienamente che il modello "zoccola di successo" che la dà per ricevere posti di lavoro superpagati e fighetti, l'idea della carriera facile e senza merito purchè si accontenti il potente, ha veramente una discreta "forza corruttiva", dovendo usare retorica e linguaggio trito. Crea - quella sì - appetiti per nulla edificanti ne' sani.

Palmiro Pangloss ha detto...

Io non ho capito un'latra cosa: condannare uno che corrompe un giudice e' un attentato alla democrazia, corrompere un giudice no. Boh.

Uriel ha detto...

Eugenio, quella e' una bagascia. Vuoi che dica che ti ama? Pagala, e te lo dira'. Vuoi che dica che sei uno stallone? Paga, e te lo dira'.E' una che diceva per telefono a Berlusconi di non aver provato in 20 anni un orgasmo simile a quello provato con lui. Sai perche'? Perche' se la paghi, dice che quel che ti piace.

Per quanto riguarda il discorso dell'educazione, sono entrambi diseducativi. La differenza, pero', e' che se lasciavi fare a Berlusconi, ne' le une ne' le altre sarebbero finite in TV.

Bastava dire Berlusconi coinvolto in un giro di squillo. Non c'era bisogno di intervistarla in tiro.

Ah, si, nell'ambiente della magnacceria, la puttana che sputtana i clienti e' vista con un pochino di pregiudizi. Viene normalmente sfregiata o uccisa. Quella non gira neanche con una scorta, e neanche le sue colleghe che hanno parlato.

Uriel

Eugenio Mastroviti ha detto...


Per quanto riguarda il discorso dell'educazione, sono entrambi diseducativi. La differenza, pero', e' che se lasciavi fare a Berlusconi, ne' le une ne' le altre sarebbero finite in TV.


Beh, no, ma sarebbero finite al Parlamento Europeo e in qualche amministrazione comunale. Che dal mio punto di vista e' peggio

Paolo Bizzarri ha detto...

@Eugenio.
Possibile che il PD abbia candidati così scarsi che se Berlusconi candida una sua prostituta riesce a farla eleggere?

Il problema del PD non dovrebbe essere scegliere i candidati di Berlusconi. Dovrebbe essere scegliere i propri candidati.

rosalux ha detto...

x paolo bizzarri:

Premesso che non ho nessuna intenzione di difendere i candidati del PD, potrei capire per quale motivo se scopri che quelli per cui non voti e che meno ti piacciono candidano delle fetecchie...dovresti tacere? Quale regola di bon-ton dovrebbe inibirti di criticare le candidature del tuo avversario? Cioè, tu hai da una parte delle belve urlanti "farabutti" "comunisti", che ti danno sulla voce a qualsiasi dibattito e tu, pieno di bon ton, devi fare autocritica e poi hara kiri? Ma come mai si è sparsa questa stranissima voce a sinistra occorre optare per il suicidio?

rosalux ha detto...

A proposito - personalmente non mi pare che il problema sia candidare una prostituta: una puttana può fare politica ed essere eletta come qualsiasi altra persona, ci mancherebbe. Il problema è offrire posti in parlamento in cambio di favori (sessuali o di altro genere). Ovviamente questa pessima abitudine è tutt'altro che nuova. Mi pare però una buona idea sputtanarla (a destra e a sinsitra) oppure bisogna prenderla come una delle tante caratteristiche folkloristiche di questo paese, come la mafia, gli spaghetti e il mandolino?

Paolo Bizzarri ha detto...

@rosa
Io sono allibito. Questo ti candida una prostituta e il tuo partito PERDE.

Voglio dire, è come perdere 5 a 0 contro una squadra di storpi.

Il mio problema non è che il mio avversario candida una prostituta: questo è il vantaggio POLITICO che lui mi ha gentilmente fornito.

Il mio problema (e dovrebbe essere anche il tuo) è che il mio partito PERDE CONTRO UNA PROSTITUTA.

Possibile che non sia chiaro il problema che ha il mio partito? Siamo meno credibili di una prostituta.

Quanto al fatto che Berlusconi candidi le persone per favori sessuali: ne ho viste abbastanza (e ne ho viste poche) per dirti che è di gran lunga la cosa meno schifosa che ho visto fare. E non parlo del PDL.

sassicaia molotov ha detto...

Al momento il PD non vincerebbe neanche con Chuck Norris segretario.

rosalux ha detto...

Il problema "prostitute" è un problema tuo e di quelli che pensano che le prostitute non vadano ne' candidate ne' intervistate perchè corrompono le loro bimbe.

Per me - ripeto - una prostituta è una persona che può essere tranquillamente e serenamente candidata e parlamentare, figuriamoci intervistata.

Il punto è proprio un altro. B. è stato beccato con le mani nella marmellata. Candidava le ragazze che si facevano scopare da lui. Non è una bella cosa, capita, ma non deve capitare. Men che meno ad uno che andava al family day e tuonava contro la prostituzione.

L'ha detto l'associazione "farefuturo" per prima, quando furono candidate uno stock di veline, e "farefuturo" è l'associazione di Fini. L'ha detto sua moglie poi, e viene da alcuni dei suoi - guzzanti - il termine "mignottocrazia". Abbiamo letto la noemi dichiarare che "papi mi cercherà un lavoro in tv., oppure in parlamento".
Tonnellate di testimonianze. Cortei di troie candidate. Intercettazioni delle ministre che parlano dei pompini al premier.
Niente.
Non andavano riportate. Silenzio.
Bisognava adeguarsi alla linea dei TG: elevator music sullo sfondo, e un sevizio di Fede su quanto è gelosa Veronica.
Mi sta bene, ma me lo spiegate il perchè, cazzo? Io non lo capisco.

Un giornale - repubblica - ha cavalcato lo scandalo. Non doveva? Ma perchè non doveva?

Anonimo ha detto...

@rosa.

Una preghiera: se hai da rispondere a Uriel, glielo scrivi nel blog. Capisco che sia fastidioso che lui ti ignori, ma è inutile rispondere a me sperando che lui ti noti.

Ora.

Un mio problema le prostitute? E da quando?

Te lo ripeto: se Berlusconi candida una donna per i suoi favori sessuali, il segretario del PD deve fare i salti, perchè PRESUMIBILMENTE quella donna è un politico scarso. E sarà un avversario scarso alle elezioni, se il PD riesce a candidare qualcuno di appena decente.

Sul resto, a me di quelle che si porta a letto Berlusconi me ne importa un beneamato.

Mi piacerebbe che Repubblica, invece di coprire di letame il mio paese, si occupasse dei MIEI problemi (tipo che il cuneo fiscale mi ha alzato le tasse per regalare soldi alle grandi aziende, o degli asili nido eccetera).

Se mi interessano gemiti e altre amenità sessuali so dove andarmele a cercare, senza andarmi a sentire nastri e nastrini vari.

E' così difficile da capire? A molti potenziali elettori del PD NON interessa con chi va a letto Berlusconi. Al massimo interessa con chi va a cena D'Alema o Bersani.

rosalux ha detto...

x anonimo: Non ho la più pallida idea di chi tu sia, anonimo: io rispondevo a tal Bizzarri che il problema con le prostitute ce l'ha di sicuro, visto che scrive (anzi, addirittura urla):

"Il mio problema (e dovrebbe essere anche il tuo) è che il mio partito PERDE CONTRO UNA PROSTITUTA."

Molto curiosa poi la tua notazione secondo la quale ciò che viene detto in un blog pubblico dovrebbe essere discusso solo con l'autore.

Di quello che si scrive su wolfstep posso discutere anche con mia sorella, visto che è un blog pubblico(peraltro questo post si riferiva ad un altro pubblicato proprio lì, pensa quanto è pertinente la tua notazione).

Non credo poi per nulla che le candidature di infimo livello della destra debbano far contento il PD: quel che è certo è che non fanno contenta me, che sono - forse a differenza di te - non una "amante tradita e delusa" ma una elettrice piuttosto fredda, che non gode per nulla dell'abbassamento generale del livello della classe dirigente nel suo complesso e del dibattito politico, e che all'occasione potrebbe decidere di votare per chiunque altro - compresa la destra, se il candidato premier fosse Fini - avendo sposato il PD non per amore ma per una pura questione di mancanza di alternative migliori.

E come elettrice mi fa (molto) piacere che sia fatta sui media chiarezza su prassi opache e corruttele varie. Sono felice che sia venuta fuori la porcheria della Puglia, anche se di mezzo c'erano i DS. Hai problemi con questo?

Davvero, non riesco a capire perchè a te (e a molti altri) il fatto che i giornali trattino le notizie non fa piacere ma dà fastidio. E' il loro mestiere, trattare le notizie.

Me lo potresti - per piacere - spiegare? Potresti spiegarmi se a tuo avviso del giro di ragazze a palazzo grazioli e del sistema di promesse di candidature si doveva tacere, e per quale motivo?

Paolo Bizzarri ha detto...

@rosa
Vabbè, era facile capire che l'anonimo ero io, ossia il tal Paolo Bizzarri.

Comunque.

A me di parlare di prostitute non entusiasma affatto, specie se diventa un modo per non parlare di altre cose.

Comunque, i giornali sono liberi di pubblicare cosa vogliono (cosa che Repubblica ha fatto negli ultimi otto mesi, nonostante urli contro la libertà di informazione).

Io, personalmente, preferirei che i giornali parlassero di altro.

Considerato quanto poco vende Repubblica, non credo di essere il solo.

Yossarian ha detto...

Mettiamola a cosi' e in maniera palesemente qualunquista:

Dopo 15 anni in cui da una parte e dall'altra e' volato sterco come se piovesse, in cui la politica e' stata da una parte e dall'altra puro fanatismo volta all'eliminazione, allo sterminio dell'avversrio in quanto "ratto di destra" o "maiale comunista", oggi la credibilita' della stampa e' sotto i tacchi, perche' la stampa si e' prestata al giochetto per vendere copie.

Mi dispiace, ma a questo punto prima o poi si sarebbe arrivati, continuando a fare "politica di distruzione di massa", e alimentando una conflittualita' demenziale che sta arrivando a livelli da guerra civile.

E mi spiace , ma in questo la sinistra ha giocato un ruolo rilevante con la sua fissazione maniacale e personale per il "Sauron di Arcore", avendo ben poco da proporre a livello di programmi e di governo "fattuale" del paese.

E la destra, che vince soprattutto per demeriti dell'avversario, ci sguazza e puo' permettersi di presentari programmi e politiche a volte pietosi (non sempre pero' attenzione), solo perche' non esiste nessuna alternativa ai deliri fricchettonici dei post-sessantottini che si sono impadroniti della sinistra.

E' la solita vecchia storia ; "meglio una cattiva legge che nessuna legge".

Il risultato e' che oggi nessuno dei due schieramenti risulta credibile quando si erge ad "arbiter" moralizzatore, perche' le porcate e gli scheletri da una parte e dall'altra hanno riempito interi armadi.

Si potrebbe fare un thread di 50.000 mila commenti intitolato: "nessuno ha il culo pulito", in cui commentatori di destra e di sinistra passerebbero ore a rinfacciarsi le rispettive porcate. Tutte sfortunatamente documentate e legittime.

Questa e' la situazione. Questo e' il risultato di quindici anni spesi a fare ideologia contro il Demonio di Arcore e non invece a cercare di combatterlo o di governare pensando a salari, pensioni, lavoro precario e immigrazione.

Nessuno crede piu' a nessuno, tutti si odiano ferocemente, la credibilita' di istituzioni, media e partiti politici fa ridere i polli e Mario e Silla sono finalmente tornati fra noi con le liste di proscrizione.

Nell'Italia che si configura grazie a questa indiscussa e lungimirante politica di odio ideologico, io dovrei odiare il mio migliore amico perche' e' "un ratto di destra", o sospettare di qualunque notizia venga da un giornale che non appartiene a Silvione Chavez, perche' "e' un complotto comunista"

Complimentoni. Applausone. Bel risultato davvero di quindici anni di politica antiberlusconiana.

E magari qualcuno la chiama vittoria.

A sinistra.


PS Sassicaia ha ragione. LOL

Rachel Barnacle ha detto...

@ Rosalux:
Cristo santo, smettila di difendere l'indifendibile.
I tuoi interventi stanno diventando uno stracazzo d'incidente ferroviario al rallentatore.
Cosa cazzo vuol dire "una prostituta è una persona che può essere tranquillamente e serenamente candidata e parlamentare"?
Certo che NON può essere candidata, né serenamente né freneticamente né sounasegaiamente. Non ha gli strumenti per poter essere credibile, non ha la preparazione, non sa fare politica.
Forse sarebbe il caso di piantarla con quest'andazzo del "tutti debbono poter partecipare" perché il problema non sta in quel che una persona è (in questo caso, un mignottone), ma in quello che NON è - ovvero, una persona in grado di far politica.
Secondo me uno dei motivi per cui il paese sta andando ai cani è proprio quest'assenza di figure politiche in grado di svolgere il loro mestiere. E questo perché per un motivo o per l'altro, sia governo che opposizione sono infestati da soubrette, travestiti, ballerine, opinionisti, il domatore del circo Medrano e il nano-comparsa di David Lynch.
TUTTO fuorché POLITICI.
Quindi no, grazie, una come la D'Addario in politica NON dovrebbe esistere. Punto.
Non perché è una puttana. Perché NON è una politica.

rosalux ha detto...

x RB: eviterei di mescolare discorsi che non c'entrano una ceppa. Non mi appassiona particolarmente la candidatura di Luxuria (peraltro non è la peggiore di quel partito) la quale è stata in passato prostituta, ma è una signora che si è presentata per quello che era, ed è stata votata per quello che era. Era una candidata un po' limitata - come tutti i candidati che lavorano per una causa specifica - ma io non trovavo assolutamente nulla da ridire. Ma proprio nulla, eh?
Quando invece vengono candidate quindici veline alle europee, una serie di prostitute d'alto bordo alle regionali, e girano intercettazioni dei pompini delle ministre al presidente del consiglio, allora noi abbiamo un problema un po' diverso. Noi stiamo spendendo molti soldi per mantenere le amanti del presidente del consiglio, e a me questo secca. Indipendentemente da quanto mi stia sul cazzo d'alema, le due cose non sono in alcun modo in antitesi.
Perchè tutto quel puttanume *non* è stato candidato per difendere i (pur limitati) diritti delle puttane, non è stato votato per quello che è, non è stato presentato per quello che è. Si è fatto strada nella politica grazie ad una logica di scambi e poi si è riciclato con il family day e con i tailleurini grigio topo.
Ecco, questo (per me) è il problema, questo è il motivo per cui il puttanume fa (giustamente) notizia e Luxuria no. Dunque -ripeto-una puttana può candidarsi ed essere eletta *precisamente* come qualsiasi altro cittadino.

x Yoss:
La destra non vince per la (innegabile) pochezza della sinistra ma perchè ha degli strumenti formidabili di propaganda. La "credenza" che il popolo scelga il migliore è storicamente e dimostrabilmente fallace. IL tuo teorema prevede che Bossi e Berlusconi vincano perchè sono "meglio" di Bassanini o di Visco. E' un teorema la cui falsita è talmente evidente da abbacinare.

Yossarian ha detto...

@Rosa

Ecco il primo commento del sopracitato thread: gli altri quarantanovemila a seguire.

Quello che mi abbacina e' la tua retorica da Ilya Erhemburg.

Vincere perche ' si possiedono "Gli strumenti formidabili di propaganda" e' roba che in primis dipinge tutti gli italiani come una massa di pirla decerebrati e mi fa veramente imbestialire, ma veramente andare fuori dai gangheri.

E francamente ora sono davvero fuori dai gangheri.

La gente fa bene a non votare un partito che la considera "carne da propaganda".

in secundis rivela la totale, assoluta e sconcertante vacuita' della tua superficiale e completamente vacua concezione fricchettona e cuminista della politica, secondo la quale la politica e' propaganda e si vincono le elezioni esclusivamente con la propaganda e non con i programmi politici.

Spero tanto che la sinistra si liberi presto della "tua" sinistra, cosi' come la destra si liberi di Berlusconi.

Io a differenza di te, ESIGO una destra anche se non credo di poterla votare.

Io a differenza di te voglio un parlamento e un contraddittorio.
Non voglio eliminare i "ratti" di destra.

Voglio qualcuno che governi il paese con dei cazzo di programmi che la "tua" sinistra non ha e non avra' mai, perche' la "tua" sinistra settantasettina e'rimasta agli indiani metropolitani, Radio Alice e i mercatini etnici.

Tutta ARIA FRITTA con la quale la gente non trova lavoro, i lavoratori non vengono protetti dai soprusi, i servizi non funzionano e gli immigrati restano per la strada a morire di fame e a fungere da "cartolina etnica" per voialtri affamati di "diversita' culturale"

Quanto a Luxuria:

Premesso che per me ci potrebbero essere 25 sessi diversi, dal momento che con chi si sposa o va a letto la gente mi frega poco o nulla. Sono affari loro.

Cosa ha fatto Luxuria? No dimmelo. A parte partecipazioni a reality dimmi qualche interessante proposta di legge. Soprattutto per quelli che dovrebbe rappresentare, che hanno tutta la mia solidarieta'.

Se voi votate Luxuria per quello che rappresenta, non vedo perche' la gente non dovrebbe votare la Carfagna.

Voi volete qualcuno che vada in parlamento per rappresentare i trans: bene, altri votano la Carfagna per rappresentare le bocchinare.

Non e' tutto relativo per voi cuministi?

E allora che problema c'e'?

"Its' diversity, stupid" per parafrasare Clinton. (lo stupid, non e' ovviamente rivolto a te)


Io vorrei che un parlamentare, a prescindere dalla minoranza etnica, sociale o sessuale che rappresenta, facesse il suo lavoro.

Per voi invece vale quello che ha detto Uriel:

"Hillary non era abbastanza negra per essere di sinistra"

Perche' per voi la politica e' propaganda e vacua superficialita'.


PS Fra l'altro se ci tenete tanto a scatenare la guerra civile in Italia, vi consiglio di riprendere in mano Lenin, Mao e Ho Chi Min.

Perche' con Marcuse, Che Guevara e Sting non andate tanto lontano.

Paolo Bizzarri ha detto...

@rosa
"La "credenza" che il popolo scelga il migliore è storicamente e dimostrabilmente fallace."

La democrazia si usa per gestire rappresentanza, non competenza.

Bossi è MOLTO più rappresentativo di Visco, perchè ha almeno la voglia di parlare con le persone e di starle ad ascoltare. Di farsi dire da loro quali sono i loro problemi, e di non pontificare dicendo "voi non capite niente, adesso vi spiego io qual è il vostro problema".

Cosa che la sinistra una volta sapeva fare, oggi ha dimenticato per chiudersi in un loft a guardare con disprezzo il paese che vorrebbe rappresentare.

Che impressionante cumulo di idioti.

rosalux ha detto...

x yoss: uhm. Sì, lo confermo, penso che il "popolo" non prenda necessariamente e sempre decisioni migliori, e credo che le decisioni del popolo non siano affatto un oggetto da idolatrare in se': altrimenti non avrebbe senso neppure il concetto stesso di opposizione: qualsiasi opposizione - secondo lo slogan di cui sei portatore insano - diventa per definizione "snob" perchè non si adegua alla maggioranza.

E' una stupidaggine infondata e insostenibile, che sopravvive alla sua patente inanità solo perchè viene ripetuta abbastanza volte da farla sembrare vera.

La democrazia è a tutt'ora lo strumento migliore di cui disponiamo perchè contiene in se' la capacità di autoemendarsi e perchè non consegna il potere definitivamente nelle mani di nessuno: NON è - ne' deve diventare - un rito di santificazione e di divinizzazione della maggioranza: significherebbe abdicare al diritto di critica.

Sono altresì convinta che la propaganda sia - proprio così - un'arma formidabile di controllo, e che pertanto una democrazia debba occuparsi attivamente di garantire non la (impossibile) neutralità ma la pluralità dell'informazione evitando i monopoli (cosa di cui questa sinistra non si è punto occupata - optando per una inefficace realpolitik da inciucio proprio per tema di sembrare aprioristicamente "antiberlusconiana").

Quanto a Luxuria, non ha con tutta evidenza fatto niente di particolare: ne' di peggio ne' di meglio di quegli imbecilli dei suoi compagni di partito. Ma non era ovviamente quello il mio discorso e se lo rileggi con attenzione magari mi risparmi la fatica di ripetere delle ovvietà.

Anche se devo dire che purtroppo, allo stato attuale il nostro scambio assomiglia sempre di meno ad una scazzottata tra amici e sempre di più ad una puntata di "porta a porta" (con te nel ruolo di Capezzone). Peccato.

Yossarian ha detto...

Rosa, io faccio a cazzotti, ma mi e' ben chiaro il valore dell'amicizia e del rispetto per le idee e la dialettica altrui, a patto che non sconfinino nell'insulto e nell'odio ideologico.

Tanto e' vero che chiedo anche scusa quando mi accorgo di aver passato il segno o di star difendendo l'indifendibile.

Lo faccio, l'ho fatto e lo faro' sempre. Fra l'altro credimi, si impara parecchio dagli errori.

Questa e' la differenza fra me, e dall'altra parte, te e Capezzone.

Yossarian ha detto...

@Rosa

Fra l'altro se i problemi reali della gente per voi sono materia da "propaganda qualunquista", vi invito a preoccuparvi di qualcosa come la cccultura che a voi sta tanto a cuore e che in Italia fa acqua da tutte le parti:

leggi questo link sulle top 100 universita' del mondo fra le quali non ce n'e' una italiana.

http://route66.corriere.it/

E non e' spocchia anglosassone perche' le universita' europee sono ben presenti, anzi.

Non sarebbe il caso di preoccuparsi anche di questo invece di continuare a gridare "il pueblo unido contro abberlusconi"?

Non sarebbe il caso di avere programmi reali, oltre ai pippozzi positronici su ministre bocchinare Luxurie, veline e videocrazie?

Forse i Fabrizio Corona di cui vi preoccupate tanto, si combatterebbero meglio se le universita' funzionassero a dovere.

E guarda che fra gli italiani che conosco a Londra, che non sono tutti laureati ( neanch'io) la maggior parte sapeva dirti dov'e' Birmingham anche prima di venire qui, mentre conosco inglesi con un Phd che sanno a mala pena che Firenze e' in Toscana.

Questo e' il popolo italico bruto che voi snobbate cosi' tanto.

rosalux ha detto...

x yoss: Veramente chi insulta a manetta sei tu.

Fra l'altro continui a darmi del "voi" e ad attribuirmi posizioni che non sono mie.

Ti ho solo detto - e ne sono tuttora convinta - che per me il problema *non* è la canzone (squamicia)che hai pubblicato sul blog - di robbaccia ne pubblichiamo tutti a gogò - ma lo spendere tutte quelle energie per sparare sui morti.

Non vedo cosa ci sia di offensivo nei confronti della tua persona.

Aspetta che ripeto:

Il problema *non* è la canzone (squamicia) che hai pubblicato sul blog ma lo spendere tutte quelle energie a sparare sui morti.

Se questa a te sembra una offesa cocente, nonchè una manifestazione di intolleranza degna di Pol Pot andremo avanti a fare "porta a porta" e pazienza.

Con te che urli "bolscevica" nel ruolo di Cicchitto - però - che Capezzone è troppo compassato.

Yossarian ha detto...

@Rosa

Insulti? Dove? Insultare a casa mia significa "cretino" "testa di cazzo", illazioni sulla professione delle mamme, o pesanti allusioni di natura meschina e personale.

Ma e' chiaro: per te qualunque tipo di dialettica che non sia "organico" al tuo "mondo perfetto" cuminista ed etno-chic e' un insulto.

Quanto al post, constato con piacere che il significato di quel che ho detto con "chiedere scusa" ti sfugge completamente.

Non me ne stupisco. Tentare di ragionare con te e' come parlare con un comodino. Quel che t'importa e' che la tua visione del mondo non subisca pericolosi e irreparabili traumi.

In virtu' di tutto questo, ora sono veramente incazzato alla tredicesima potenza cubica e francamente il sottoscritto incazzato non lo conosci ancora. Buon per te.

Mi vuoi togliere il saluto o cancellare dai tuoi link?

Fai pure. Lo considero un onore. A questo punto lo considero alla stregua di essere cancellato dai link di Forza Nuova.

Onestamente quel che fai, mi fa vento alla pirla.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Scusate, posso chiedere a tutti i partecipanti a questa discussione di ripigliarvi un attimo?

Perchè mi sembra che stiate un attimo perdendo a) il controllo di quello che dite e, quel che è peggio b) la percezione di quel che dicono gli altri.

Poi fate un po' come credete, però direi che un premio di scassacazzi del mese sia più che sufficiente

Yossarian ha detto...

@Eugenio

Si' hai ragione.

E soprattutto sono a casa tua. Mi scuso con te.

Sorry.

rosalux ha detto...

x yossarian: boh, ti confesso che mi dispiace (molto) e non capisco (affatto) ma prendo atto e mi ritiro.

Bon, togliere link e roba son cazzate, se si recupera bene, se no si sta come si sta e pace.

x mastoviti: zitto tu, bruno vespa. :-) :'(

Yossarian ha detto...

@Rosa

"togliere link e roba son cazzate"

Siamo d'accordo. Forse d'ora in poi sarebbe il caso quando discutiamo io e te, di partire da posizioni un po' meno preconcette, Rosa, altrimenti non si va da nessuna parte, da una parte e dall'altra.

Io sono disponibile a farlo.

Sul Bruno Vespa a Mastroviti non posso che essere d'accordo, per esempio.

:-)

amaryllide ha detto...

"E guarda che fra gli italiani che conosco a Londra, che non sono tutti laureati ( neanch'io) la maggior parte sapeva dirti dov'e' Birmingham anche prima di venire qui, mentre conosco inglesi con un Phd che sanno a mala pena che Firenze e' in Toscana."

e questo non dovrebbe insospettirti sul valore della classifica delle università del Times che mettono 4 università inglesi fossero nella top ten mondiale?

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Amaryllide: certo, è tutto un complotto demoplutogiudaico della perfida Albione che oscura le italiche glorie e sparla dei duci pelati.

amaryllide ha detto...

"certo, è tutto un complotto demoplutogiudaico della perfida Albione"

no, è semplicissima autopromozione. Quando hai finito di attribuirmi complotti, puoi elencarmi i nobel usciti dalle università di Londra?

Eugenio Mastroviti ha detto...

Quello per la Fisica di quest'anno (ideatore della fibra ottica) insegnava all'Imperial College, tanto per dirne uno. Cambridge e Oxford non sono esattamente povere di Nobel, come non lo é Harvard

amaryllide ha detto...

ho parlato di Londra non a caso, non ho mai negato il valore di OXbridge, è sul resto che ho più fonti dirette che mi assicurano non essere molto meglio delle migliori università italiane.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Amaryllide:

Dipende. Londra ha decine di università, e come dicevo sopra, il Nobel per la Fisica di quest'anno (non un caso unico) ha insegnato prima ad un'università semisconosciuta, mi pare Wolverhampton, e poi all'Imperial College, che è londinese ed è la quinta università più prestigiosa del mondo.

Questi sono i Nobel dell'UCL, University College London, che è solo una (sebbene la più prestigiosa) delle università londinesi, subito sopra all'IC.