10 dicembre 2008

Dizionario


Ambientalisti: (n.) studenti di Oxford e Cambridge e rampolli di famiglie impaccate di soldi che fanno 50 miglia in automobile (emissioni di carbonio da trasporto automobilistico privato: 51% del totale) per protestare contro l'intollerabile estensione ai prolet di privilegi come il trasporto aereo (emissioni di carbonio da trasporto aereo civile: 5% del totale).

---

Environmentalists: (n.) Oxford and Cambridge students and offspring of posh families travelling by car for 50 miles and more (carbon emissions from car transport: 51% of total) to protest the intolerably easy access of proles to privileges such as air travel (carbon emissions from commercial airline traffic: 5% of total)

51 commenti:

Palmiro Pangloss ha detto...

Tu non consideri le scie chimiche diffuse da RyanAir in collaborazione con l'USAF, gli Illuminati, i Savi Anziani di Sappiamonoidove e la Trilaterale.

Emmanuele ha detto...

bisogna cominciare a scrivere una versione aggiornata del devil's dictionary di Bierce.

niccolo' ha detto...

Fantastico!!!

Anonimo ha detto...

@Emmanuele: credo che la definizione di Eugenio farebbe felice il buon vecchio Bierce...

Yossarian

Muriel ha detto...

Non so se post di questo tipo mi fan piu' ridere o incazzare.

PS almeno per un giorno non abbiamo avuto scie chimiche su Stansted

Anonimo ha detto...

New Labour: partito sedicente di sinistra il cui leader identifica il mondo con le banche.
http://www.youtube.com/watch?v=7iPaiylUYW0

com'era la storia della pagliuzza e della trave?
Giovannino

Eugenio Mastroviti ha detto...

ROTFL, giovannino, se i lapsus sono vangelo, vogliamo parlare del tuo vate Giulietto Chiesa che crede che Osama Bin Laden sia il presidente USA?

(Brown dice una cazzata e i Tories e la sinistra antagonista italiana ci vanno a nozze. I see a pattern developing here...)

Anonimo ha detto...

il Guardian è la sinistra antagonista italiana? Suvvia, Eugeniuzzo, capita di credere di votare per un partito di sinistra che non è altro che la rappresentanza parlamentare della City, ma fattene una ragione.
Giovannino

Eugenio Mastroviti ha detto...

Yawn.

Giovannino, se stiamo a prenderci per il culo, ok. Altrimenti, lanciare una campagna politica basandosi su un lapsus significa condannarsi all'irrilevanza, come stanno facendo il Guardian, l'Independent e certa sinistra italiana di cui tu sei un campione fin troppo rappresentativo - tutti lì in gruppo ad applaudire il trionfale ritorno sulle scene dei Tories, veri difensori del proletariato.

Anonimo ha detto...

@everyone: a proposito della gaffe di Brown, leggetevi il pezzo di oggi sul Daily Mash:
http://www.thedailymash.co.uk/news/health/brown-sectioned-200812111452/

Quanto ai verdi posh o meno: tempo fa leggevo su non so quale giornale online americano (purtroppo non mi ricordo con esattezza quale)un pezzo su quei fanatici nazistoidi (mi sembra abbiano anche una specie di organizzazione) che si isolano in posti remoti negli USA all'interno di vere e proprie fortezze, armati fino ai denti pronti ad affrontare l'inevitabile Armageddon( nonche' spesso e volentieri l'IRS e L'FBI) causato da Big Government, negri, ebrei e mussulmani. Bene, uno di loro parlava di Global Warming e 'Ritorno alla natura' (nel suo gergo Hillbilly ' Back to basics') e sosteneva le stesse, identiche tesi di quel branco di figli di papa', supposti 'progressisti'che hanno bloccato Stansted.
La mia personale proposta per trattare con questi ultimi, prevede 12 uomini armati di fucile, un capoplotone e un muro. Non li sopporto piu'


Yossarian

Anonimo ha detto...

mi sembra che mi sopravvaluti. Prima mi chiami tout court "la sinistra antagonista italiana", poi addirittura mi attribuisci l'intento di "lanciare una campagna politica". Sono solo un umile commentatore di un post di un blog di seconda fila.
PS: chi si salva dal GOMBLODDO antilaburista? Non frequento molto la stampa brit, ma non ricordo molti altri quotidiani seri di sinistra oltre a quelli citati...
Giovannino

Eugenio Mastroviti ha detto...

Nessun complotto: solo una presa di posizione che sul lungo termine si rivelerà autodistruttiva. Non per la prima volta, del resto: fare il tifo per l'altra parte perchè la tua non è abbastanza pura ideologicamente è un vizio vecchio quanto la sinistra.

Quanto all'Independent, chiamarlo "serio" mi sembra veramente un'esagerazione. Voglio dire, ci scrive Robert Fisk.

Anonimo ha detto...

se il Labour si è autodistrutto con le sue politiche di totale sottomissione alla City, la colpa è della stampa di sinistra o del Labour? Se un governo sedicente di sinistra crea le condizioni per una crisi economica epocale una stampa seria lo deve denunciare, o vuoi l'edizione londinese della Pravda?
Giovannino

Eugenio Mastroviti ha detto...

Minchia, la crisi economica globale è colpa del Labour? Ti sapevo complottista, ma sei sprofondato al livello di Alex Jones e dei nutter dell'ultradestra USA che credono che l'UK controlli segretamente il pianeta?

(sì, i laburisti hanno le loro colpe: hanno speso durante gli anni ricchi invece di accumulare riserve; ritieni anche tu che invece si sarebbero dovute tagliare le spese, come dice Cameron? E da dove avresti cominciato a tagliare? Scuola? Sanità? Istruzione? E non mi dire "spese militari", per carità, o almeno preparati al coro di risate...)

Anonimo ha detto...

La deregulation in UK chi l'ha fatta? Se gli inglesi sono di gran lunga gli europei col maggior debito privato pro-capite grazie a chi ha privatizzato di tutto e di più (a partire da qualcosa che per un socialdemocratico dovrebbe essere sacro come le pensioni) a chi lo devono?
GIovannino

Anonimo ha detto...

PS: a proposito di gombloddi, non sono io che sono andato ai Comuni a dichiarare di aver salvato il mondo....:D
Anche l'understatement si sono venduti?

PS2: visto che ti piace tanto additare come utile idiota della destra o addirittura rossobruno chi critica il Labour, ti rendi conto che le critiche tue e di Yossarian agli ecologisti figli di papà sono roba degna di Ferrara e di Feltri?
Non ho capito come funziona la cosa, se si criticano gli ecologisti con argomenti da destra becera si è di sinistra mentre se si critica Brown si è fascisti?
Forse non lo sai, ma mentre fai ironia sui borghesi ecologisti il nano malefico sta cercando di sabotare ogni accordo contro l'inquinamento in sede UE...

Giovannino

Palmiro Pangloss ha detto...

@Yossarian: Pero' chiudersi in una fortezza dell'Idaoh con una santabarbara piena e' fico, dai.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Giovanni: ah, ecco cosa ti rode, t'abbiamo toccato gli snobbetti figli di papà che vanno a protestare a Stansted (da dove parte la working class) e mai e poi mai a Heathrow, dove stanno costruendo pure lì un'altra pista ma da dove partono, appunto, papà e mamma e i loro amici per le Barbados, e non gli si può dar noia perchè poi ci tagliano la paghetta o ci bloccano il trust fund.

Guarda, fra i tanti amichetti del cuore che hai, da Hezbollah a Putin, da Hamas al Mullah Omar, direi che George Monbiot e il principe Carlo sono fra i più indifendibili. Lassa perde, va'.

Anonimo ha detto...

@Giovannino: 'ti rendi conto che le critiche tue e di Yossarian agli ecologisti figli di papà sono roba degna di Ferrara e di Feltri?'


Sbagliato Giovannino, non di Ferrara e Feltri ma di Beria e dell'NKVD, dal momento che quella e' la gente a cui vi consegnerei senza un'ombra di rimorso. Come ho gia' detto, ho perso la pazienza da un pezzo con i 'fascisti rossi', per la precisione dall'ultima assemblea a cui ho partecipato nel 1978 dove c'era un invasato con un eskimo fetido che parlava di collette per sostenere la lotta marxista del popolo etiopico (nientedimeno che quell'assassino di Mengistu!) mentre le aule cadevano a pezzi.

Yossarian

Anonimo ha detto...

@Palmiro: nel mio caso anche il frigo dovrebbe essere adeguatamente rifornito, per non parlare ovviamente della cantina.

Yossarian

Palmiro Pangloss ha detto...

@Yossarian: e l'harem.

Uriel ha detto...

@Yossarian: e l'harem.
-----

Ocio. Vivendo insieme si sincronizzano. Andranno in PMS tutte insieme.

Uriel

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Uriel: ah, hai lavorato anche tu per la mia compagnia?
:P

Uriel ha detto...

No. Ma ai tempi dell'universita' dividevo l'appartamento con tre ragazze.

Uriel

Rachel Barnacle ha detto...

Palmiro Pangloss ha detto...
@Yossarian: e l'harem.


E nell'altro post gli facevi le proposte indecenti, e in questo gli proponi di rinchiudersi con te e un mucchio di sgallettate in un bunker dell'Idaho.
Ohi nini, varda che ti spezzo le costine come a un conigliolino, eh!

The official Yossarian's (grumpy) lady.

LMAO

Palmiro Pangloss ha detto...

@Rachel: :)

Anonimo ha detto...

io sapevo che i figli di papà e family partono dall'aeroporto della City in jet privato...:D
ma critiche sul merito no o siamo ancora al pezzentismo di sinistra, per cui se sei denaromunito sei ipso facto un porco borghese?

Eugenio Mastroviti ha detto...

Critiche sul merito? A me sembra una critica sul merito il fatto che praticamente tutti gli alfieri delle cause "verdi" in questo Paese siano persone di estrazione *estremamente* privilegiata che si scagliano principalmente contro l'estensione alle classi "inferiori" di certi privilegi e di certe possibilità.

E la protesta specificamente contro le linee aeree a basso costo, e contro i cibi a basso costo, e contro l'agricoltura ad alto rendimento...

Perchè scusami, ma quando il principe Carlo, uno, mi pare, dei quattro o cinque più grossi proprietari di aziende agricole del Paese, parla della bellezza di un ritorno all'agricoltura tradizionale e a basso rendimento e allo stile di vita "pastorale", a te potrà sembrare che parli di rivoluzione verde, caro anonimo, ma a me sembra che stia parlando dei bei tempi andati in cui quando passava il latifondista i braccianti s'inchinavano.

E quando rampolli di famiglie danarose usciti dalle public school vanno a manifestare a Stansted dopo essersi fatti il gap year in India o in Sudamerica, non stanno protestando contro il trasporto aereo (che è, fra l'altro, uno straw man) ma più semplicemente per assicurarsi di rimanere gli unici a poter godere di questo privilegio.

Non è pauperismo insospettirsi se i privilegiati contestano l'estensione dei privilegi ad altri, è semplice raziocinio.

Vogliamo parlare di merito? Parliamo del fatto che il trasporto aereo influisce per il 5% sul totale delle emissioni, e il traffico automobilistico per il 51%; parliamo del fatto che l'abbonamento al treno per fare 50 miglia al giorno costa 400 sterline al mese, ma Greenpeace e compagnia bella sono troppo occupate a protestare contro il trasporto aereo a prezzi popolari, perchè gli dà visibilità in televisione molto più che parlare di roba sorpassata come i treni e il trasporto pubblico urbano.

Caro anonimo, io li prendo per il culo invece di discutere nel merito perchè se si comincia a parlare seriamente di queste faccende c'è da ritirar fuori la Hazet e andarli a prendere da casa uno per uno.

Uriel ha detto...

c'è da ritirar fuori la Hazet e andarli a prendere da casa uno per uno.
----

Da queste parti andava molto lo Sten, nel 46. E il maiale.

Uriel

Uriel ha detto...

parla della bellezza di un ritorno all'agricoltura tradizionale e a basso rendimento e allo stile di vita "pastorale", a te potrà sembrare che parli di rivoluzione verde, caro anonimo, ma a me sembra che stia parlando dei bei tempi andati in cui quando passava il latifondista i braccianti s'inchinavano.
----

E la cosa buffa e' che nessuno ha ancora notato la correlazione tra la diffusione delle coltivazioni "biologiche", cioe' a bassa resa, e la crescita di prezzi del cibo.

Uriel

Anonimo ha detto...

se i cibi a basso costo sono merda, non bisogna protestare solo perchè danno da mangiare ai meno abbienti? Pensi davvero che non ci sia altra via tra il feudalesimo e i maiali alla diossina?
Quanto alla storia che i privilegiati lottano per l'ambiente solo per conservare i propri privilegi, no, non è raziocinio, è qualunquismo piccolo borghese, lo stesso dei meschini che dicono che Marx voleva il comunismo perchè odiava i bottegai di Soho che non gli facevano credito.
E ora lascio te e Uriel (un altro di quei geni che sono convinti che i leghisti siano tutti ex comunisti, fregandosene del semplice dato di realtà che dice che la Lega non conta niente nelle province rosse mentre spopola in quelle democristiane), che ho da leggermi il pregevolissimo editoriale di Pilger che sbertuccia il FO che parla di diritti umani. Sul Guardian, ovviamente. Rosicare con moderazione.
Giovannino

Anonimo ha detto...

una perla dall'editoriale la devo lasciare in omaggio a chi starnazza di rossobruni che fanno a lingua in bocca con l'islamofascismo...

corrupt tyranny in Saudi Arabia - with which, noted Foreign Office minister Kim Howells in 2007, the British had "shared values"

l'ironimetro rotto di Giovannino.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Mah, viste le frequentazioni e amicizie di Pilger, vederlo sbertucciare il FO sui diritti umani è un po' come sentir dire a Montezemolo che in Italia ci sono troppi fannulloni. Sarà anche vero, eh, ma ci son pulpiti e pulpiti.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Giovannino: se protestassero per la qualità dei cibi a basso costo sarei perfettamente d'accordo con te. Dal momento che, come sai benissimo, protestano per l'esistenza dei cibi a basso costo, che non chiedono maggiori controlli o niente del genere ma la loro sostituzione tout-court con prodotti biologici a bassa resa e labour-intensive, direi che tu e loro siete gravemente in malafede. Non per la prima volta, peraltro.

Uriel ha detto...

se i cibi a basso costo sono merda, non bisogna protestare solo perchè danno da mangiare ai meno abbienti? Pensi davvero che non ci sia altra via tra il feudalesimo e i maiali alla diossina?
----

Di certo non e' intossicare il suolo con il rame come fanno i signori del "biologico".

E no, non "sono convinto" che quello sia lo stesso tipo antropoligico. Lo RICORDO BENE, che quello sia lo stesso tipo. C'ero.

Uriel

Uriel ha detto...

Eugenio: guarda che la dicitura "biologico" non certifica la qualita',ma solo gli strumenti usati per produrre il cibo. Certifica un metodo, presumendo che otterrai cibo migliore.

Se ti produci cibo con quel metodo, che tu lo faccia a 100 metri da Chernobyl, nella purissima campagna argentina o nei dintorni di Cinisello Balsamo, non cambia nulla. Non si tratta di esami condotti sulle merci, ma sulle fattorie.

Sei libero di presumere che quei metodi producano per forza roba buona. Finche' sul cibo non ci saranno etichette che specificano quanta sostanza X c'e' in questa bistecca, non potrai mai dire che "contengono meno pesticidi".

Non e' un caso che ci siano aziende biologiche in pieno interland milanese: loro guardano il metodo, non misurano se la carne contenga residui di gas di scarico.

Uriel

Anonimo ha detto...

io non sono milionario come loro, nè lo è la stragrande maggioranza degli ambientalisti, e sicuramente non c'è nessuna buona fede c'è nel ridurre l'ambientalismo ai figli di papà. Visto che hai tirato fuori Greenpeace, quanti figli di lord c'erano a bordo della Rainbow Warrior quando subì gli attentati dei servizi francesi in NZ? La logica la conosci molto meglio di me, attribuire a un'intera organizzazione i difetti di un millesimo di essi non è certo segno di correttezza.

Anonimo ha detto...

Uriel, che sia lo stesso tipo resta un tuo puro autoconvincimento sputtanato dai fatti. Il PCI dove c'eri tu stava al 50% e più da solo, la Lega dove li prende quei voti in Emilia? Da nessuna parte, ergo le chiacchiere stanno a zero.
Giovannino (è mio anche il commento precedente)

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Giovannino: parlo di esponenti e portavoce, ovviamente, specie in questo Paese. Che poi ci siano fessi che gli vanno dietro significa una sega: ci sono operai che votano Berlusconi e Lega (o, qui, BNP), questo dovrebbe giustificare il nano in qualche maniera?

Uriel ha detto...

Anonimo: in emilia voteranno a sinistra sinche' vivono, non hanno abbastanza cervello da capire che non stanno piu' come prima.

Del resto, dove e' arrivata la Lega siete crollati voi del PCI, mica la DC.I DC votano ancora berlusconi.

Mica puoi contare i voti della Lega dove non c'e'. Io stavo solo constatando il fatto che siano lo stesso tipo antropologico. E infatti, dove c'e' la Lega, il PCi si e' svuotato.


Uriel

Anonimo ha detto...

"Mica puoi contare i voti della Lega dove non c'e'"

non c'è perchè non la votano, e dove c'è, il PCI non ha mai contato niente, e prima dell'arrivo di Berlusconi era la DC a crollare lasciando i suoi voti alla Lega

"Che poi ci siano fessi che gli vanno dietro significa una sega"

significa solo che tu chiami fessi quelli di Greenpeace, e la dice lunga su di te, non sulla fessaggine di chi combatte per l'ambiente.

Giovannino

Eugenio Mastroviti ha detto...

Caro Giovannino, per chiunque vada dietro a gente che dice "non so cosa cazzo sia la fusione nucleare, ma comunque sono contrario", il termine fesso è un eufemismo. Chiedere ad uno dei fondatori di Greenpeace stessa per maggiori informazioni...

Anonimo ha detto...

uno che dice che ci si deve fidare degli OGM perchè ancora non hanno ucciso nessuno, che esiste il nucleare pulito e sicuro e che disboscare aiuta le foreste per quanto mi riguarda dovrebbe andare in galera, altro che criticare gli ambientalisti.
GIovannino

Eugenio Mastroviti ha detto...

Giovanni, smettila. Grillo, Dario Fo e Greenpeace ti hanno mentito: l'ignoranza non é un punto di vista valido

Uriel ha detto...

e prima dell'arrivo di Berlusconi era la DC a crollare lasciando i suoi voti alla Lega
----

Ai tempi dell'imperoromano facevano a spadate. Cio' non toglie che nel 2008 la base leghista viene quasi tutta dalle fascie proletarie del PCI.

E' inutile che fai i salti mortali, io non ho mai detto che tutto il PCI sia finito nella lega, ho detto che l'attuale lega si sia nutrita principalmente delle fascie proletarie del PCI.

----------
significa solo che tu chiami fessi quelli di Greenpeace, e la dice lunga su di te, non sulla fessaggine di chi combatte per l'ambiente.
-----------

Greenpeance non combatte per l'ambiente, combatte solo per la tua grassa coscienza.

Ma non posso aspettarmi che gente con un QI inferiore a quello di un pollo lo capisca. Non ci arrivi, tutto qui.

Uriel

restodelmondo ha detto...

Disboscare non so, ma che tagliare alcuni alberi aiuti la foresta lo sanno generazioni di montanari.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@RdM: e che ne sapranno mai, montanari e scienziati forestali? Non sono mica ambientalisti, loro!

Il problema con quelli come giovannino è che hanno fatto loro il detto crociano secondo cui "la scienza non è cultura" e allo stesso tempo ritengono che la loro superiore "cultura", qualunque cosa sia, conferisca loro autorevolezza nel pontificare in campo scientifico. L'ignoranza, per quelli come giovannino, è un punto di vista valido e autorevole, almeno se supportata da una corretta consapevolezza politico-culturale.

Uriel ha detto...

Giusto per la cronaca, la forestale ITALIANA mi fa uno sconto se compro alberi nei loro vivai, se tengo una distanza che va dai 6 ai 9 metri tra un albero ad alto fusto e l'altro (abbattendo eventuali alberi in mezzo) e se ogni autunno decespuglio il sottobosco.

Non solo rallenta gli incendi, ma gli alberi che hanno spazio crescono meglio. Attorno agli 'ulivi mi hanno chiesto ancora piu' spazio, perche' l'ulivo bruciando emana una temperatura infernale e propaga piu' lontano il fuoco.

Uriel

Anonimo ha detto...

x Uriel: va bene, i leghisti sono ex comunisti. E' per tesi come queste che su certi siti rossobruni il tuo blog è citatissimo.

Giovannino

Uriel ha detto...

E' per tesi come queste che su certi siti rossobruni il tuo blog è citatissimo.
-----

Beh, se lo dici tu che li frequenti, sara' vero.

Uriel

Anonimo ha detto...

ti ho postato i link nel commento che guarda caso mi hai segato sul tuo blog, per cui sai benissimo che è vero...
Giovanni