05 novembre 2008

Confronti


Desidero far presente a commentatori e conoscenti che, alla luce di questo fatto, nonchè del raffronto fra questo qui:


e questo qui:


il prossimo che, sul blog o di persona, mi tira la solita menata pseudoprogressista sugli USA fascisti e razzisti e retrogradi e per fortuna noi in Europa invece siamo colti e tolleranti e beviamo Beaujolais e non cocacola, si prende del cretino, pubblicamente e con ampia facoltà di prova.

41 commenti:

rosalux ha detto...

quoto

Anonimo ha detto...

Proposta da americano fascista. Facciamo che oltre a prendersi del cretino, si prende anche delle mazzate?

Yossarian

Muriel ha detto...

manco nell'aldila' l'hanno voluto!

Miguel Martinez ha detto...

Mi sembra uno straw man argument.

Gli Stati Uniti non hanno mai avuto un potere politico tale da renderli "fascisti" se non in piccola misura sotto Roosevelt.

Il razzismo c'è - basta vedere come ha votato il profondo sud - ma è un riflesso di situazioni sociali e storiche locali.

Il punto è che gli Stati Uniti sono un sistema capitalistico, ed è a questo - e non al bossismo - che si legano (a) le guerre che fa e (b) il sistema economico che ha creato la recente bolla.

Anche da noi, Bossi è il sintomo della disgregazione sociale legata all'outsourcing, alla finanziarizzazione, al collasso dei servizi pubblici e tutto il resto.

Vedere in lui la causa e non l'effetto, è mettere il carro davanti al Bue Celtico Cornuto.

Anonimo ha detto...

Durante le elezioni si vede meglio l'abisso che c'è tra i politici americani e i nostri . Visto che non credo che da una parte nascano sempre statisti e dall' altra sempre mezze figure sospetto che sia più un problema di regole e cultura che di persone .
Però visto che l'abisso è assolutamente bipartisan avrei trovato più elegante da parte tua se avessi postato la foto di un politico di sx , che so un Alfonso Pecoraro Scanio , un Diliberto .
Ormazad

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Ormazad: non è questione di eleganza. A parte l'elementare constatazione che la maggioranza degli americani ha votato Obama, la maggioranza degli italiani ha votato Bossi e i suoi complici, magari lo farò quando Diliberto e Pecoraro Scanio si metteranno a farneticare, fra il tripudio dei loro elettori, di pulizie etniche, apartheid, deportazioni forzate e così via. Perchè forse non si è capito, ma non è la pochezza dei politici a lasciarmi perplesso, ma il fatto che in Italia politici *al governo* dicono cose che politici americani e inglesi semplicemente non potrebbero mai dire, pena l'essere relegati allo stato di paria. Non a caso, i discorsi di Bossi in UK li fa il BNP e in USA David Duke.

Cerco di farla semplice: in America hanno un Presidente negro, in Italia avete il KKK al governo. Dire "noi siamo meglio" in queste condizioni fa solo fare la figura dei fessi.

Paola ha detto...

Ieri ho infilato lo stesso concetto nel mio rant finale sulle elezioni; credo però che la proiezione (e la rimozione) siano troppo forti, specialmente nella "sinistra".
Quelli che ci tengono a ricordare il "profondo sud" razzista (perché Miguel, il Midwest che t'ha fatto?), dimenticandosi di specificare che si tratta della parte povera, arretrata e che economicamente e politicamente negli USA non conta un cazzo, se non come bacino di voti storico per la destra. Se il problema in Italia fossero solo i "redneck", avremmo a che fare con i valligiani alpini. Invece i redneck italiani producono una percentuale inquietante del PIL, e, guarda un po', stanno al governo. Potete solo sperare nella loro proverbiale incapacità politica (un lombrico ha più progettualità), ma per il resto c'è solo da piangere.

Anonimo ha detto...

A parte l' elementare considerazione che la maggioranza degli americani ha votato anche Bush e qui anche Prodi , mi pare che mi sei d'accordo con me : non sono i politici italiani a essere piccini , sono le regole e la cultura in cui operano a renderli tali .
Dire che in Italia abbiamo il KKK è peggio che un errore , è una stronzata . Le ruspe a spianare i campi Rom le hanno mandate anche Cofferati e Veltroni o sbaglio ??

"noi siamo meglio" ?? Mai detto :loro sono meglio .

Ormazad

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Ormazad: evidentemente non sono stato chiaro nel post. Se leggi l'ultima frase, il post è rivolto ai fessi che, con Bossi al governo (che, mi spiace, dice *le stesse cose* del KKK, del BNP, del National Front, dei lepenisti e così via; la fortuna dell'Italia è che sia lui che i suoi seguaci sono troppo incompetenti per mettere in pratica anche un pezzetto di quello che dicono) si ripetono ad libitum la fregnaccia consolatoria del "noi siamo più colti", "noi siamo meglio", "gli americani sono tutti grandi grossi e fresconi e non hanno la nostra cultura politica".

restodelmondo ha detto...

E prova ne sia che Berlusconi ci ha messo meno di 48 ore per essere beceramente razista come può esserlo solo un vecchietto di provincia.

Oby ha detto...

Il fatto é che il razzismo (e derivati) é figlio dell'ignoranza. Da qui mi viene da pensare che il vero problema dell'italia non é sia razzismo.
E' come la differenza tra riportare una notizia del genere in tv e poi discuterne per ore fino a dimenticarsene, e cacciare a pedate nel culo chi una frase del genere l'ha detta senza discutere.

Anonimo ha detto...

Sulle parole di Berlusconi :
Drudge report e LA times : stesso articolo , scherzava
NY times e Wash. post : non se ne parla proprio
London times : il corrispondente da Roma chiede notizie a Franceschini e Veltroni ( tanto per smentire l' appecoronamento a sx ) .
Chissà qual'è la verita .

Ormazad

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Ormazad: eh, sticazzi, il Times, noto giornale bolscevico.

Palmiro Pangloss ha detto...

'Sti yankees pensano di non sembrare razzisti solo perche' in pochi anni il presidente, il comandante delle FFAA, il segretario di stato, il CEO del piu' grande gruppo di media, il NSC, il ministro della giustizia, alcuni dei piu' importanti ambasciatori e giudici non sono wasp, e anzi sono spesso neri. Ma per chi ci prendono? Per ingenui bambinoni come loro??

Claudio ha detto...

Ormazad:
http://thecaucus.blogs.nytimes.com/2008/11/06/berlusconi-under-fire-for-obama-joke/?scp=1&sq=berlusconi&st=cse e commenti
http://www.cbsnews.com/stories/2008/11/06/ap/europe/main4578290.shtml
http://elections.foxnews.com/2008/11/06/italian-leader-obama-handsome-
tanned/
http://www.foxnews.com/wires/2008Nov06/0,4670,EURussiaBerlusconiObama,00.htm
l
http://www.nypost.com/seven/11062008/news/worldnews/berlusconi__obama_is_you
ng__handsom__tan_137390.htm
http://abcnews.go.com/International/wireStory?id=6197580
http://www.bostonherald.com/news/international/europe/view.bg?
articleid=1130501&srvc=rss
http://www.suntimes.com/news/world/1265370,barack-obama-silvio-
berlusconi110608.article
http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=20601092&sid=aAbhlq6XCZL0
http://www.msnbc.msn.com/id/27576574/

Anonimo ha detto...

A proposito dell'uscita del Berlusca, ma com'e' che non si trova mai che so, un Gavrilo Princip, un Gaetano Bresci, oppure un Lee Oswald quando servono?

Yossarian

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Yossarian: mah, se ognuno ha i nemici che si merita, è probabile che a Berlusconi come assassini siano toccati Laurel & Hardy - anche per fare il paio con i suoi oppositori politici

Anonimo ha detto...

@Eugenio:hehehe, hai ragione su Laurel & Hardy, quanto ai suoi oppositori politici il massimo che possono permettersi e' un Guy Fawkes....


Yossarian

Palmiro Pangloss ha detto...

@Yossarian: Princip no dai! Porta una sfiga immensa, anzi mi tocco. E nemmeno gli altri in fondo, che non hanno risolto nulla. Cromwell ci vorrebbe.

Anonimo ha detto...

http://crescente.blogspot.com/2008/11/uomini-abbronzati-e-donne-scimmia-in.html

Lo so , il berlusca è il presidente del consiglio , l'altra è solo un """ intellettuale """ .
E non venitemi a dire che è un caso isolato please , che non voglio passare troppo tempo si google .

Ormazad

Anonimo ha detto...

@palmiro: si' hai ragione, Princip mena un gramo terrificante. Vada per Cromwell

Yossarian

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Ormazad: passi tutto questo tempo su Google e tutto quel che riesci a trovare è una citazione dal Foglio - in altre parole, una citazione che per sua natura può solo essere a) falsa e/o b) citata selettivamente ad arte per ragioni propagandistiche? Speravo meglio.

Guarda, let's agree to disagree, come si dice da queste parti. Se per te Bossi, la Lega, Haider e Nick Griffin non sono razzisti (e li metto insieme perchè hanno fatto lingua in bocca pubblicamente per gli ultimi dieci anni, solo che il Foglio a te non l'ha mai detto) abbiamo ben poco da dirci o di cui convincerci a vicenda.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: Il Foglio? Quel quotidiano che quattro anni fa titolava su Obama Presidente? A chi parli?

Anonimo ha detto...

Veramente volevo sostenere che non possiamo restringere o allargare il nostro concetto di razzismo\coglioneria a seconda se l' autore è anti o filo berlusconiano .
Comunque su internet il tempo lo passo solo su siti di SF e blogs di sinistra , tanto per ricordarmi perchè mi tocca votare Silvio .

Ormazad

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Palmiro: parlo di un giornale che non riporta notizie di politica interna che non siano funzionali alla propaganda di chi passa lo stipendio al direttore. Come al sua campagna sull'aborto, del resto, mostra abbastanza chiaramente.

@Ormazad: io la faccio più semplice, restringo il mio concetto di razzismo a chi si porta al governo razzisti, lo ripeto, analoghi al BNP. Se non riesci a distinguere fra la posizione di una singola testa di cazzo che lancia insulti razzisti e le posizioni istituzionalmente razziste di un partito al governo, capisco che non ti resti che votare Silvio.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: Ok, non del Foglio che pubblica articoli a pagina intera contro la riforma Gelmini delle Elementari. Ne sono felice.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Palmiro: cacchio, ci dev'essere qualcosa di buono che ancora non sono riuscito a identificare nella riforma Gelmini

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: ammetti di essere stato preso in contropiede. BTW mi pare che ultimemente tu ti stia radicalizzando: vivere da solo a Londra in mezzo ai server e ai gatti non ti fa bene.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Palmiro: lo ammetto senza problemi, mi ha sorpreso - almeno quanto mi sorprenderebbe leggere sul manifesto un articolo pro-Obama dopo la sua elezione. Ciò non toglie che la maggior parte di quel che il Foglio pubblica sia propaganda - e che, in particolare, costruire un articolo su una frase razzista di una cretina per "contestualizzare" e sminuire il razzismo di una componente fondamentale del governo sia una manovra analoga a quella di chi sbandiera "crimini" dei partigiani allo scopo preciso di sminuire i crimini fascisti (altra operazione che sicuramente incontrerà l'entusiastica approvazione di Ormazad) sia propaganda della più becera.

Ammettilo: quell'articolo serve a "dimostrare" che tutto sommato essere culo e camicia col Vlaams Belang, con Le Pen e con i neonazisti di mezza Europa non è poi tanto male, perchè pure quegli altri hanno una stronza razzista - e non è certo il solo articolo di quel tipo che il Foglio pubblica con entusiasmo.

(da solo? Mrs Inminoranza chiede cos'è lei, la figlia della serva?)

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: No, non lo ammetto. Che il Foglio sia culo e camicia con il "Vlaams Belang, con Le Pen e con i neonazisti di mezza EuropaW e' semplicemente falso. Pensavo che Mrs Inminoranza fosse nella terra avita, mi scuso.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Palmiro: eddai. La Lega, mica il Foglio.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: Ah, ok, ma la Lega mica la difendo. Anzi.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Palmiro: eh, lo so, ma il Foglio, invece, mettendo sullo stesso piano il razzismo istituzionale di un partito di governo e la frase razzista di una stronza, sì che la difende.

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: mi pare capzioso: il Foglio materiale razzista non l'ha mai pubblicato, almeno che io sappia, ne hanno un background razzista i suoi giornalisti, ne tantomeno la sua linea editoria e' mai stata razzista. Ora o mi e' sfuggito qualcosa, ed e' anche possibile dato che non sono piu' assiduo come una volta dalla svolta teocon ma lo ritengo improbabile, o non e' un giornale tacciabile di razzismo.

Anonimo ha detto...

>>>> o non e' un giornale tacciabile di razzismo.<<<<


Più che altro NON è un giornale, tout-court uaz uaz uaz

Palmiro Pangloss ha detto...

@anonimo: quali caratteristiche gli mancano per essere definito "giornale"?

Anonimo ha detto...

Partiamo dall'ABC: scrivere correttamente in italiano. Scrivono da schifo lì.

Poi per trasformarlo da fanzina in giornale occorrerebbe trasferire tutto. Dalla direzione alle rotative. E, sempre rimanendo nel campo delle libere opinioni, meno commenti e più notizie. Chi se ne frega dei commenti, no? Siamo capaci di commentare, che poi un opinione diversa è sempre bene accetta quando nasce dalla buona fede. Ciao.

Palmiro Pangloss ha detto...

@anonimo: Hai espresso opinioni, e non fatti, scritte in pessimo italiano. Scrivi su Il Foglio?

Anonimo ha detto...

Eggià. Ti pare che spreco il mio cerebro per i lettori della summenzionata fanzina? uoz uoz uoz

Eugenio Mastroviti ha detto...

O quest'anonimo è Giovannino o è qualcuno che conosciamo bene e si diverte a trolleggiare...

Anonimo ha detto...

Sono semplicemente un fedele lettore del tuo blog che si è divertito a sparare un paio di cazzate innocue e gratuite. Anyway, non tentenno ed insisto sull'asserzione che il foglio NON è un giornale. Con stima.