24 marzo 2006

L'oscuro complotto lituano


Nel corso dell'ultimo anno un fenomeno strano ha investito la City di Londra. Per qualche oscuro motivo, uno dopo l'altro i negozi di barbiere sono passati sotto il controllo di bellissime ragazze lituane di eta' variabile fra i 20 e i 25 anni (con l'eccezione di quello vicino al palazzo di UBS, dove la proprietaria e' una bellissima signora lituana sulla quarantina).

Non sto scherzando: tutti e due i barbieri su London Wall, quello davanti a Liverpool Street Station, quello vicino alla stazione di Moorgate e quello dietro a Finsbury Square, quello su Bishopsgate, tutti caduti sotto il controllo delle G.L. (Gnocche Lituane).

Su un piano strettamente personale, devo dire che non e' del tutto spiacevole avere la testa innaffiata d'acqua calda e massaggiata prima con shampoo e poi con balsamo da una bella ragazza con scarsa padronanza della lingua - almeno fino al momento in cui mi rendo conto che ha poco piu' di meta' dei miei anni. La cosa che mi da' fastidio non e' tanto la differenza di eta' in se': la cosa che mi sgomenta e' che ho tanti di quegli anni che concupire una figliola che ne ha la meta' e', da qualche anno, legale per me. Madonna che depressione.

Ad ogni modo, su questa cosa dell'invasione delle G.L. sospetto una cospirazione, datemi solo qualche giorno per capire come c'entrano i Savi di Sion e la CIA.

(questo post e' reso pubblico fidando nel fatto che la mia adorabile moglie non legge i blog per principio - a meno che non glielo chieda io in ginocchio)

2 commenti:

ipazia ha detto...

immagino tu sappia che le donne vanno da anni dai parrucchieri, anche quelle che non leggono i blog!

Anonimo ha detto...

ehm, I see opportunities for blackmailing..

rgds

braemar