14 marzo 2006

Un altro political spectrum...


Di questi tempi vanno molto di moda i quiz che invece di collocarti a destra o a sinistra ti collocano in un piano, in base a parametri un po' piu' complessi.

Una variante interessante e' quella di VoiSieteQui, che pone 25 questioni considerate critiche per le elezioni 2006 (PACS, grandi opere, immigrazione, politica internazionale...) e chiede un giudizio che va da molto favorevole a molto sfavorevole; in base alle risposte misura la "distanza" da ciascuno dei principali partiti che si presentano, con risultati che sono a volte sorprendenti.

Io ho scoperto per esempio di essere estremamente vicino ad un partito che non conosco (la Rosa nel Pugno) e a due che mi sono recentemente diventati cordialmente antipatici (Verdi e PRC). Questa e' la mia posizione sulla mappa:





Altri elementi di un certo interesse: ho l'impressione di essere piu' vicino a Forza Italia che alla Margherita, ed equidistante dai DS e da AN - il che, da un certo punto di vista, ormai neanche mi stupisce piu'; ma non so se mi devo vergognare io o si devono vergognare DS e Margherita...

Hat tip a Luca Sofri.

Per chi volesse fare il test, consiglio pazienza: il sito e' lentissimo

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Vabbe', il sito e' sempre down. Niente spectrum per me.

Sai gia quanto (basso) credito io dia a questi strumenti. Immagino la tua vicinanza a RC (un partito per tutte le stagioni) sia bilanciata da robusti anticorpi, il cui sviluppo e' inevitabile dopo pluriennale esposizione personale. Piuttosto, vorresti commentare qui la tua vicinanza a IdV?

PS: Ciavevo visto giusto: Wittgenstein e' linkato e mirrorato dal foglio.it

bstrgds

braemar

Eugenio Mastroviti ha detto...

Avevo sperato che non venisse notata la mia vicinanza a IdV... la questione e' complessa e merita un post a parte sul blog, temo.

Quanto a Wittgenstein, lo leggo, ma quello di cui parlavo ieri sera era in realta' http://wellington.ilcannocchiale.it, che sta per comparire in una lista di nuovi link che uno di questi giorni mi ricordero' di aggiungere al template di questo blog. Non la penso come l'autore del blog su molte questioni, ma e' una lettura interessante, e se uno dei suoi due maitres a penser (Glucksmann) mi sta cordialmente antipatico, l'Iron Duke rimane un mito.
E' comunque deprimente, vista la mia vicinanza a certi partiti sui temi critici per la democrazia italiana, che mi ritrovi piu' spesso d'accordo con un neocon dichiarato che con un pluri-lodato editorialista del manifesto e portavoce delle nuove istanze antagoniste blablabla come Sherif Al-Sebaye, per dire.

Nicola ha detto...

www.chivotare.it

L'originale... Sono un po' di parte (l'ho fatto io!), ma è più semplice e immediato. E non s'impalla. E poi c'è dal 2001...

Grazie, ciao!