16 marzo 2007

Definizioni


"Un criminale è una persona dotata di istinti predatori ma priva del capitale necessario per fondare una compagnia"

Geniale

Hat Tip: Hak Mao

(lo so, lo so Maedhros, il mercato è Dio. Io sono ateo)

A proposito di istinti predatori, da oggi inauguro la pratica del furto di tag da Mmax

3 commenti:

Anonimo ha detto...

se al posto di compagnia ci fosse stato banca, sarebbe pure condivisibile.

Palmiro Pangloss ha detto...

Errata corrige: "Un criminale è una persona dotata di istinti predatori ma troppo stupida per fondare una compagnia"

Maedhros ha detto...

Tu non sei ateo, Eugenio.
Sei ignorante, dei basilari concetti economici.

Ma sai che ti voglio bene lo stesso!
;-)

Il mercato non è Dio; è solo la forma più alta e libera di socialità dell'uomo, ed è alla base di ogni possibile progresso nel benessere umano.

Voi continuate a denunciare come colpe del mercato quelle che sono invece indebite intromissioni in esso della classe politica, a favore di sé stessa (ne ha profondamente bisogno, essendo la classe parassitaria per eccellenza, e non producendo quindi alcunché di utile, che altri sia disposto liberamente a scambiare col suo), e di un certo numero di paraculi parapubblici sovvenzionati a spese nostre.

Ah, per inciso, il criminale vero non ha mai problemi di capitali.
E la maggior parte delle volte è sempre il politico a fornirglieli, col proibizionismo e con gli appalti pubblici.

In altre parole, la citazione è la solita stronzata suggestiva, che in realtà non significa assolutamente nulla.
Ha il solo scopo di ipnotizzare i polli, tipo "la proprietà è un furto".