16 giugno 2008

Trionfale avanzata dell'alleato germanico nel saliente di Kursk


Sabato 14 giugno, verso le quattro del pomeriggio locali, si è verificato un altro imponente attacco delle truppe talebane contro gli uomini della milizia afghana del gueriti [sic] e temuti comandanti dell'esercito afghano. I talebani hanno prima assalito il distretto di Margiah con un imponente attacco che ha coinvolto decine di guerriglieri, tanto che i soldati dell'esercito afghano che difendevano la zona sono stati costretti a chiedere l'ausilio di altri uomini

un imponente attacco che ha coinvolto decine di guerriglieri

un imponente attacco che ha coinvolto decine di guerriglieri

Secondo me pure gli autori dei cinegiornali Luce avrebbero avuto un moto di vergogna a scrivere una cosa del genere.

(da Peacereporter)

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Concordo. Fra l'altro il fatto che si parli di decine di guerriglieri fa pensare a un colpo di mano sferrato da una compagnia di talebani, anche se non conoscendo l'organizzazione e la dispozione sul terreno delle forze talebane (anche la Nato ha grossi problemi in proposito)non posso esserne matematicamente sicuro.Infine un commentino maligno dettato dalla deformazione professionale. Se fossi stato il caporedattore di peacereporter avrei tagliato parecchie cose brutte e inutili dal pezzo, fra le quali "sono stati costretti a chiedere l'ausilio di altri uomini". E scrivere "sono stati costretti a chiamare rinforzi" non sarebbe stato meglio?

PS Before I forget. Lo so che non c'entra col commento, ma a proposito di guerriglie e guerriglieri e dal momento che sono un guerrafondaio che s'interessa di storia militare, qualcuno mi sa spiegare dove cacchio Hamas prende tutti quegli M16? Fateci caso guardando un tg, io non lo so e non credo proprio che siano gli americani o gli israeliani a fornirglieli. Forse i sauditi? Boh, brancolo nel buio...

Yossarian

Eugenio Mastroviti ha detto...

Sai che non ci avevo mai fatto caso alla cosa di Hamas e degli M-16? Che poi, la vulgata li vuole di più complessa manutenzione rispetto agli AK.

Per quanto ne so diversi Stati del Golfo utilizzano M-16, ma credo che l'Arabia Saudita sia l'unica con le amicizie necessarie per comprarne un surplus tale da armarci una fetta visibile di una milizia - non credo che gli americani accetterebbero di venderne in simili quantità alla guardia nazionale del Bahrein, per dire.

Oppure c'è sempre l'ipotesi complottista, che Hamas è in realtà un'estensione del Mossad messa su per sabotare il processo di pace e quindi hanno equipaggiamento occidentale (perchè quei fini complottisti del Mossad sono troppo stupidi per comprare Kalashnikov e si tradiscono con questi particolari che solo Blondet può sgamare)

Palmiro Pangloss ha detto...

Forse glieli passa Hezbollah che li prende dall'Armeé libanese? Oppure e' contrabbando da Israele, ricordo un paio di sentenze comminate anni fa a militari israeliani che vendevano armi.

Palmiro Pangloss ha detto...

Mi correggo: li hanno fottuti alle forze di sicurezza ANP alle quali li hanno forniti israeliani e yankees:
http://snipurl.com/2j8ph

yossarian ha detto...

Bel colpo Palmiro,veramente interessante. Ma non dimentichiamoci Eugenio che Blondet potrebbe avere ragione e Palmiro e il Jerusalem Post torto marcio. Potrebbe essere il frutto di una complessa triangolazione fra Nestle', Pfizer e Mossad. La Nestle' riempie enormi container di M&M's al rabarbaro geneticamente modificati che la Pfizer spaccia per medicine gratuite contro l'aids destinate al terzo mondo che poi il Mossad rivende a Mugabe (che siccome e' un pirla se li compra, su questo anche Blondet e' d'accordo)e con il ricavato lo stesso Mossad fornisce gli M16 ad Hamas, che come tutti sanno altrimenti non saprebbe dove acquistare armi. E il tutto con il beneplacito dei Savi di Sion e dei Rettiliani.

Yossarian

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Yossarian: grazie, gli M&M al rabarbaro popoleranno i miei incubi per mesi, sarai contento.

yossarian ha detto...

Sadicamente contento, ma anche tu avresti potuto essere altrettanto malvagio se come il sottoscritto avessi frequentato la 'Scuola Radio Elettra per Rettiliani'

Yossarian

falecius ha detto...

Hamas i M-16 se li procura nel modo più ovvio: li compra.
Da chiunque glieli venda, sauditi, israeliani, iraniani o hizbullah. Credo che ci sia un significativo ruolo saudita. Questo, non per correggere Palmiro ma per completarlo.
Comunque hanno anche kalashnikov (forniti per quello che ne so dall'Iran).
Tutti i paesi del golfo sono tra i migliori clienti delle industrie belliche americane, anche per ovvi motivi i sauditi e gli Emirati sono i maggiori acquirenti (mi pare ch egli emirati abbiano la più alta spesa militare procapite al mondo, ma forse son dati vecchi).

Palmiro Pangloss ha detto...

@Falecius: certo che hanno gli AK, anche quelli in parte presi in prestito dalle forze ANP secondo il JP. Sul fatto che le armi le comprino, oltre a riceverle in comodato gratuito dagli sponsor, nulla da dire: mi pare lapalissiano.

falecius ha detto...

Palmiro: infatti, un quarto d'ora prima di morire, era ancora vivo :D