18 febbraio 2009

Film già visti


Crisi finanziaria internazionale, in Italia ritornano i ghetti, si invoca/si auspica/si aspetta l'uomo forte, si raffreddano le alleanze occidentali e ci si comincia ad allineare con una superpotenza che flirta con l'ultranazionalismo e con ricette socioeconomiche di stampo fascista.

Perchè ho la sensazione di aver già visto questo film?

---

International financial crisis, in Italy ghettos make a comeback, people invoke/await/expect the rise of a strongman, the traditional friendly relationships with the west are left to cool and a slow realignment begins with a superpower flirting with ultra-nationalism and proto-fascist socioeconomic reforms.

Why does this sound like a film I've already seen?

(sorry for the links in Italian)

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Uhmmm....io ho trovato i post di Uriel sulla situazione economica attuale molto, molto belli e li sottoscrivo ancora (specie quello sui forni crematori di Wall Street). Quello di stamattina mi ha lasciato decisamente perplesso, ma devo rileggerlo meglio, ora sto lavorando e quindi mi riservo un commento sul tuo blog in tarda serata. Una cosa pero' Uriel me la dovrebbe spiegare in linea di principio. Cos'e' quest'odio atavico verso tutto cio' che e' anglosassone, com'e' che gli anglosassoni sono 'the root of all evil', c'e' una valida motivazione storica, aldila' dell'equazione
'impero britannico prima ed ora impero americano', che mi sembra un po' stantia e francamente non da Uriel?

Yossarian

Palmiro Pangloss ha detto...

"Cos'e' quest'odio atavico verso tutto cio' che e' anglosassone"

Principalmente complesso d'inferiorita', unito ad uno storico disprezzo da parte delle tre famiglie culturali dominanti in Italia: la cattolica, la marxista e la fascista.

Anonimo ha detto...

@Palmiro: Uhmmm...ottima analisi storica. Aggiudicato


Yossarian

Uriel ha detto...

Adoro quando la gente risponde per me. Comunque, sul sito ci sono delle FAQ,e la tua domanda ricade in quelle.

RTFM. :)

Uriel

Palmiro Pangloss ha detto...

Perche’ ce l’hai con gli anglosassoni?
Non ce l’ho con gli anglosassoni intesi come persone. Ce l’ho con la loro cultura.

QED

Uriel ha detto...

Non ce l’ho con gli anglosassoni intesi come persone. Ce l’ho con la loro cultura.
----

Rimane diritto di chiunque apprezzare o no qualcosa. Non ho il diritto di sparare addosso a chiunque manifesti una certa visione, ma posso dire che la giudico male.

Ovviamente, per il pensiero mainstream, chi critica la cultura anglosassone e' per forza di cose appartenente alla fazione definita come opposta. A quel punto mi chiedo perche' non vi dedichiate al calcio, visto che e' il modo di ragionare tipico del tifoso. Un modello a due fazioni, "pro" e "anti" e' applicabile solo a sistemi poco complessi come un gioco a due giocatori.

Del resto, la "reductio ad hitlerum" ha gia' rotto i coglioni mica da mo.

Uriel

Palmiro Pangloss ha detto...

> Rimane diritto di chiunque
> apprezzare o no qualcosa.

Nella cultura anglosassone e' garantito, nelle altre culture vieni decapitato.

> Hitlerum

ROTFL

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Palmiro: suppongo intendessi dire in altre culture, non nelle altre

Palmiro Pangloss ha detto...

@Eugenio: Si, hai ragione. Ma ripensandoci, se si considera la liberaldemocrazia frutto della cultura anglosassone e "decapitazione" sia quella cruenta che quella metaforica, allora puo' restare "nelle".

Anonimo ha detto...

@Uriel: 'Non ce l’ho con gli anglosassoni intesi come persone. Ce l’ho con la loro cultura.'

Un modo di ragionare che mi ricorda Giobbe Covatta qualche anno fa quando impersonava un leghista che diceva 'Non siamo noi che siamo razzisti, sono loro che sono negri'

Uriel con tutto il rispetto, i post sull'uomo forte li ho letti e riletti ma fra questi e i tre precedenti che hai scritto sull'economia corre la stessa differenza che c'e' tra leggere Adam Smith e il manifesto degli Ultras dell'Atalanta. Mi sembra che cio' che si evince da questi ultimi post sia quel che dice un mio amico americano scherzando a proposito di Putin, 'Chtulu for president! Why choose the lesser evil?'


Yossarian

Shylock ha detto...

@Palmiro:

"storico disprezzo"?

Pensavo si trattasse di "emorroidi che ancora bruciano"

A.

Anonimo ha detto...

ma per cultura anglosassone intendete iuesei ?
Guerre barbariche. I nativi che vendono Manhattahn agli olandesi per 4 collanine. Poi le nuove ondate, irlandesi, italiani e così via. A sgomitare per un posticino al sole. Nei loro quartieri. Ghetti. Balcanizzazione ante-litteram di una nazione. Bande, bande e ancora bande. Fratelli e fratellanze. Morte. Hanno forse costoro coniugato educazione e democrazia? Maddai.

Saluti all'ottimo padrone di casa.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Anonimo: ahem, vedi qui per una confutazione

Anonimo ha detto...

Esatto, hai ottima memoria ;-))


Vabbè, da oggi mi firmerò Dickens.

Dickens