25 maggio 2006

Elizabeth


Elizabeth e' una donna ugandese che ha chiesto asilo politico in UK perche' lesbica. In Uganda, dove la persecuzione degli omosessuali, a sentire Amnesty, e' quotidiana, e' stata sequestrata dalla polizia, portata in una "casa sicura" (leggi: prigione non ufficiale) e torturata e stuprata regolarmente per cinque mesi.

Il governo inglese le ha rifiutato l'asilo: a quanto pare l'Home Office ritiene che la persecuzione, in Uganda, riguardi solo gli omosessuali maschi, e che per di piu' Elizabeth non sia veramente lesbica in quanto da giovane ha avuto una bambina. Mi chiedo quale ammontare di ignoranza sia legale mostrare in pubblico per un ufficio dello Stato in questo Paese.

Ad ogni modo, chiedo un favore ad entrambi i miei lettori - hai visto mai che internazionalizzare la protesta serva a qualcosa: andate qui e seguite le istruzioni per chiedere all'Home Office di tornare sulla propria decisione e concedere asilo politico ad Elizabeth. E' una questione di umanita' prima che di civilta'.

Hat tip ad Harry's Place.

1 commento:

ipazia ha detto...

fatto