20 aprile 2006

Due volte coglione


Non contento di aver votato a sinistra, ho i miei contributi pensionistici investiti in un fondo etico - niente armi, attivita' inquinanti/antiecologiche, attivita' condannate da varie commissioni ONU. Da' un rendimento piu' basso, ed e' tassato da far venire l'itterizia, pero' la sera almeno dormo.

Altri, invece, meno coglioni di me, investono le loro vaste fortune, derivanti in buona parte da una strettissima protezione dei copyright, in fondi a massimo rendimento e trust instaurati in paradisi fiscali. Eh, bello essere la mente piu' acuta della sinistra antagonista mondiale...

9 commenti:

rosalux ha detto...

è un classico: mai visto un idealista che non fosse anche totalmente cinico.

Auntie Sam ha detto...

ehi, ciao, sono un'amica di michele boselli (vecchia radicale anche io), ci scambiamo i links?

Auntie Sam ha detto...

ma sei un radicale anche tu, o simpatizzante (chiedo per sapere dove collocarti nei miei links)

Palmiro Pangloss ha detto...

Idealista? Mi permetto di correggerti: mai vista una merda cinica non sia cinica sempre e comunque.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Sam,

grazie per lo scambio...

Comunque non mi considero un radicale, al limite un simpatizzante - sono ancora sorpreso che la RnP fosse il partito a me piu' vicino :)

Pangloss, Rosalux:

personalmente ho un'opinione infima di Chomsky, fin dai tempi dei suoi sforzi negazionisti sul genocidio cambogiano, quindi tendo a considerarlo anch'io una merda cinica che si riconferma tale ancora di piu' quando si parla di soldi.
Era intellettualmente disonesto quando accusava i profughi cambogiani di mentire nella speranza di avere lo status di rifugiati; era intellettualmente disonesto quando negava i massacri bosniaci; era intellettualmente disonesto quando accusava di "censura" un editore di testi storici che si rifiutava di pubblicare testi negazionisti (sempre sulla Bosnia) in quando portatori di tesi ampiamente screditate; e' intellettualmente disonesto quando tuona contro il grande capitale che si rifugia nei paradisi fiscali e poi mette al riparo il suo capitale negli stessi paradisi.
Non vedo dove sia la novita', o l'idealismo, nella storia di Chomsky.

rosalux ha detto...

per Santini e Mastroviti:

Vedo che - a differenza di me - avete un'ottima opinione degli idealisti. Io li considero il peggior pericolo per l'umanità. Non esiste cinico al mondo che possa essere pericoloso quanto un idealista.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Rosalux:

ma quello e' perche' sei una wannabe antiideologica (cit.)

:)))

rosalux ha detto...

ROTFL touchè

Palmiro Pangloss ha detto...

Per Rosalux,

Io forse li considero peggio, come qualunque essere pensante abbia letto Lazarus Long l'Immortale :-D