19 marzo 2008

E se ne va un altro


Arthur C. Clarke, morto a 90 anni in un ospedale in Sri Lanka. Probabilmente il secondo più grande scrittore di fantascienza di tutti i tempi, nonchè inventore dei satelliti geostazionari e dei canali satellitari porno.

17 commenti:

Niccolò ha detto...

Un grande. Tra l'altro a novembre sono stato proprio a Minehead in Anglia e, sebbene conosca e legga Clarke da anni e anni, non avevo assolutamente fatto il collegamento - era il suo luogo di nascita! Come primo scrittore chi ci metti, per curiosita'?

Eugenio Mastroviti ha detto...

Isaac Asimov. Ho cominciato a leggerlo che avevo 7 o 8 anni ("Lucky Starr e le lune di Giove") e non ho mai smesso, credo che niente e nessun altro sia mai riuscito a, letteralmente, aprirmi davanti mondi come ha fatto lui. Devo aver riletto Antologia Personale una sessantina di volte.

E continuo a considerarlo il più grande, sia chiaro, nonostante l'imperdonabile caduta di stile newage della Terza Fondazione.

Niccolò ha detto...

Ah ok. Io sono piu' per Heinlein, Bester e Leiber! :)

Beren ha detto...

Uffa, lo sapevo che mi avresti anticipato anche questa volta. Del resto, a quell'ora stavo ancora dormendo... :p

Ho letto anch'io tutti i cicli di Asimov (tranne Lucky Starr) più alcuni racconti, e sono d'accordo, non mi aspettavo l'idea di Gaia, da lui.

Uriel ha detto...

Heinlein. Ma non so se classificarlo come scrittore. Profeta e' piu' corretto: non c'e' uno dei suoi scritti che non sia ancora attuale e non abbia previsto qualcosa.

Uriel

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con voi sul valore di clarke e heinlein, ma sinceramente non riesco ancora a capire perche' asimov sia considerato un grande scrittore di sf.
j.geeraerts

Marco F ha detto...

Nonché pedofilo (Clarke dico). O le accuse sono cadute?
Per la palma del primo scrittore propongo Lem o, in alternativa, Vance.
Marco

Niccolò ha detto...

Quella della pedofilia fu un'accusa gettata su Clarke dal Sunday Mirror in occasione dell'investitura dello scrittore/scienziato senza alcuna prova a sostegno, ed e' stata smentita dalle stesse autorita' dello Sri Lanka.

Anonimo ha detto...

Io, in accordo con il titolo del blog, voto Delany.

Danilo

mrsinminoranza ha detto...

Le sabbie di marte di Clarke e' il primo libro di fantascienza che ho letto da bambina, e con clarke ho un soft spot.
Ammetto che ci siano scrittori di SF migliori, ma a me piacque molto leggerlo comunque. Comunque anche io voto per Asimov.
Mrs inminoranza

<:3)- ha detto...

frederic brown, asimov a seguire

Eugenio Mastroviti ha detto...

Fredric Brown.

Si alterava non poco con chi sbagliava a scrivere il suo nome, se la memoria non mi inganna.

(un altro dei miei preferiti)

Palmiro Pangloss ha detto...

Heinlein e/o Asimov sono i miei preferiti, ma Clarke era veramente un grande.

ipazia ha detto...

heinlein. e clarke in una intervista pubblicata dall'espresso molti anni fa disse di avere una ventina di domestici tutti maschi sotto i dodici anni (una cosa del genere, vado a memoria).
heilein sopra tutti cmq. asimov fa morire di noia...io ho mollato il ciclo della fondazione a venti pagine dalla fine.

ipazia ha detto...

dimenticavo! BRUNNER! Heinlein e Brunner.

niccolo' ha detto...

Grandioso Brunner!

Anonimo ha detto...

Ma Dick e Herbert non li considera nessuno? Mainstream per mainstream...

E in tema di cicli "a' la' Asimov", non lascerei fuori nemmeno il britannico Peter Hamilton.

Divertente, almeno per me.

G.