15 maggio 2008

Damned if you do

C'è un corollario alle leggi di Murphy che dice, più o meno, che prima di andare a fare delle analisi cliniche bisogna sempre chiedersi cosa si farà se il risultato sarà positivo, e cosa se sarà negativo. Se la risposta è la stessa (e.g. "smetterò di fumare" o "mi metterò a dieta") ci si può risparmiare il fastidio e la spesa di fare le analisi.

In Birmania c'è un'emergenza umanitaria gravissima. Lasciamo perdere che è stata causata dai rettiliani/dai Savi di Sion/da Haarp, intanto c'è e la gente muore come mosche.

Reazione: mandiamo aiuti umanitari.

Troppo facile: il governo birmano non vuole, non lascia entrare gli specialisti, non vuole aiuti se prima chi li vorrebbe mandare non gli fa certe concessioni (che è un po' come quando tu sei a terra con una gamba rotta, si ferma l'ambulanza e l'infermiere dice "Presto, immobilizziamo la gamba e carichiamolo sulla barella" e tu, ovviamente, rispondi: "eh, calma ragazzi, se veramente mi volete portar via, prima mi fate un pompino e mi pagate il fastidio"); ovviamente i compagni antimperialisti e i Guardian di questo mondo protestano per il colonialismo di questi occidentali che la gente sta lì a morire di fame e loro gli vogliono addirittura dare da mangiare, i bastardi.

E intanto la gente crepa.

Analizziamo la situazione opposta, adesso: non mandiamo aiuti umanitari. Il governo birmano va in televisione a dire che comunque non li voleva e i suoi sono meglio, ovviamente i compagni antimperialist e i Guardian di questo mondo protestano per il colonialismo di questi occidentali che la gente sta lì a morire di fame e loro non gli vogliono neanche dare da mangiare, i bastardi.

E intanto la gente crepa in misura praticamente identica.

E voi siete ancora tutti convinti che la cosa da fare sia mandare aiuti umanitari, sì?

9 commenti:

Uriel ha detto...

Uhm...

vuoi dire che la Birmania esiste sul serio? E perche' nessuno ce l'ha con gli immigrati birmani?

Uriel

Hugo Chavez ha detto...

Ma questo Leech e' veramente un imbecille di prima categoria. Si lamenta perche' l'occidente se ne e' fregato della Birmania dal '62 ad oggi, ma si lamenta anche perche' oggi se ne frega. Cazzo, un genio.

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Uriel: è questione di distanze. Se vai a Singapore o in Australia ce l'hanno eccome, con gli immigrati birmani.

A proposito, ma adesso in Italia per sposarsi bisogna portare il certificato che non hai sangue Rom?

@Palmiro: non è colpa sua, non ragiona, reagisce in base a impulsi prefissati. La Birmania è un Paese satellite degli USA/dell'Europa/di qualcuno di occidentale? No, quindi l'Occidente se ne fotte della Birmania quindi è colpa sua.

L'Occidente vuole mandare aiuti umanitari? Sì, quindi mandare aiuti umanitari è sbagliato.

In realtà Leech da solo dimostra la mia tesi: protesta contemporaneamente per l'interesse e per il disinteresse - ma almeno il disinteresse non ci costa soldi.

Uriel ha detto...

A proposito, ma adesso in Italia per sposarsi bisogna portare il certificato che non hai sangue Rom?
----

Sposare mia figlia? Uno zingaro?
Guardie! Uccidete costui!

Si vede che vivi in londoninstan.

Uriel

P.S: scherzo, of course. Non vorrei che mi si cazziasse come per la sindrome di down.

Niccolò ha detto...

Non ho ancora capito se fanno piu' ridere gli antiimperialisti o i complottisti.

Numero 6 ha detto...

Dimmi che gli utenti di quel forum sono tutti tuoi fake...

Palmiro Pangloss ha detto...

Niccolò: Sono le stesse persone.

Anonimo ha detto...

Eugenio: se l'interesse è per la gente che muore, allora l'opposizione del governo è uno dei tanti ostacoli logistici da superare. Se l'interesse consiste nel fare la cosa politicamente corretta, allora si può risparmiare, ed indignarsi per l'opposizione del governo.
E' poi una questione di finalità che si vogliono perseguire...

Danilo

mazzetta ha detto...

Scusate
solo per precisare che non sono un compagno antimperialista e far notare al proprietario del blog che la campagna free Tibet è un'assurdità, visto che il Tibet è cinese e questo nessun paese al mondo lo mette in discussione

free tibet non vuol dire niente, se non nella testa di finti come BHL e dei suoi scopiazzatori italiani, il meglio dei ballisti è tutto attaccato a free Tibet

il Tibet sta smpatico anche a me e anche mi preoccupo dei tibetani, proprio per questo invito a diffidare di questo show