16 aprile 2008

La democrazia bisogna meritarsela

Il post qui sotto viene da qui, inclusi i refusi. Mi sono limitato a cambiare il nome della nazione ed il soggetto politico di cui si parla, e ad aggiungere l'ultima riga, peraltro perfettamente in tono col resto del post. Quando l'ho letto la prima volta mi ha fatto un po' incazzare, ma ricontestualizzato in effetti sembra avere senso. E buona fortuna all'autore originale: vive esattamente nel Paese che si merita.


Si può dire che il fatto che l'abbiano fatta fuori nè mi sorprende nè mi addolora?

Hanno ammazzato la sinistra italiana.
Quindi? ora che succede, devo mostrarmi triste e rassegnato perché lo dicono tutti?

Bene. sia chiaro, fottesega come incipit e si può partire in quarta.

non-me-ne-frega-un-cazzo.

La martire Sinistra Arcobaleno studiò alle Frattocchie e vide mille e mille crhistmas nella lussuosa e scintillante Roma.

Poi, dopo svariate vicissitudini politiche strategiche decide di sottrarsi all'inciucio prodiano e tornare alla lotta, perché evidentemtnte il berlusconi è sufficientemente ammanicato da reggere il colpo.

La SA è consapevole di due cose. Se vive persegue il suo obiettivo democratico, se muore ne fanno una martire della "democrazia". Le è stato garantito, questo è poco ma sicuro. aggratis nessuno fa più niente, nemmeno gli arabi, figuriamoci farsi trombare alle elezioni.
Borsellino, ancor più di Falcone (Falcone immaginava ma non sapeva, Borsellino immaginava e sapeva) erano perfettamente consapevoli che la loro morte avrebbe avuto un significato particolare.

Stessa cosa per la SA. Sa che potrebbe essere eliminata, perché è democratica, candida le donne, che con i principi mediterranei e latini non c'entra proprio un cazzo, ma sa bene che comunque andrà sarà un successo.

Aspetta, il sinistrobenista mi viene a dire che c'è la dittatura, e manca una stabilità democratica. Grave lutto. piangere, piangere.

HEI, MA VAIAFFANCULO, fino a ieri in IRAQ il regime di Saddam era l'unico collante per tenere 3 etnie insieme e che l'importazione democratica era una forzatura di bush.. tutt'un tratto nel paese di cui tutti pensavano di avere il controllo (qualcuno già pensava di programmarci le vacanze, pezzi di merda occidentali del cazzo, li ho sentiti, Firenze piena di inglesi e Venezia di americani) pluf, tutto svanito, hanno ammazzato la sinistra democratica ed è tornato un paese talebano, di colpo è un paese ostile. merda. e ora come si fa? crolla la borsa, si impenna il petrolio, siamo nella cacca.

possibile che nessuno si renda conto delle putttanostronzardate che ci raccontano in televisione?!??!?

basta guardare 5 minuti la CNN, sforzarsi di capire quella cazzo di lingua imperiale e rendersi conto che la guerra in IRAQ, le pressioni sull'IRAN, le inutili puttanate scenografiche dell'aghanistan NON SERVONO A UN CAZZO!!!, il mondo mediterraneo NON VUOLE ESSERE DEMOCRATIZZATO (vivaddio qualcuno che si ribella esiste) E NON VUOLE REGALARE I SUOI TESORI D'ARTE A NESSUNO !!.

Comunque ebbravo italiano mediano, continua a spikkare americano, a ingoiare pasticche e sniffare coca, continua a mangiare amburgher e sognare un biglietto per new york city, può capitare che uno su un miliardo ce la faccia, che tiri coca dalla mattina alla sera, e che sia proprio tu, mentre il resto arranca nelle sabbie mobili della merda del menefreghismo qualunquista ai popoli di mezzo mondo gli fai schifo solo a guardare come ti vesti.

sono esagerato? può darsi, ma mi rompe le palle che non si riesca a non sparlare degli altri o a prendere posizione per loro .

la democrazia è quella merda istituzionale dove tutti posso farsi i cazzi degli altri, e siccome io mi faccio da sempre i cazzi miei preferirei che tutti pensassero un po' di più ai cazzi propri.

E viva Berlusconi, affanculo democrazia e laicità che sono evidentemente estranee alla cultura italiana che non è, non è mai stata e non sarà mai democratica o di sinistra

27 commenti:

restodelmondo ha detto...

Perfido. :-)

Anonimo ha detto...

Mastroviti carissimo,

Speravo di trovarti in forma migliore. Vedo invece che dopo quattro giorni stai ancora delirando.
E' evidente che la sberla sulle orecchie che la classe operaia di Sesto San Giovanni ti ha mollato tra il 13 e il 14 Aprile ultimi scorsi ti ha davvero rincoglionito.
Ti auguro cavallerescamente un recupero completo.

Ti aspettavi il miracolo. Nella peggiore delle ipotesi, un pareggino.
Invece ti e' arrivato il treno Milano-Bologna sul muso, con la Sinistra-Arco-del-Culo ridotta a poltiglia nemmeno riciclabile.

Come abbia fatto un acutissimo analista della politica come te, ossequiato corrispon-demente da Londra, a non cogliere dalle sagge parole del "Leghista di Finchley", da te immortalato nel post piu' velatamente razzista mai eruttato nella blogosfera, i segnali dell'imminente collasso del sinistronzume italiano e internazionale, ancora non capisco.
Cioe', capisco benissimo: si fa per dire.
Forse e' il caso che tu e la Signora Inminoranza torniate a fargli visita, come facevate tempo fa, immaginandovi di andare allo zoo. Provate a dialogare con il bottegaio in modo meno merdocelloso, in regime di par condicio, da bravi egalitaristi, quali siete, senza la puzzetta al nasino che tanto ricorda la genticola della Milano-Quasi-Centro.
Sono sicuro che dopo pochi minuti di sana conversazione vi si aprira' uno spicchietto di cervello e vi sara' chiaro perche' i Comunisti, improvvisamente (mica tanto), sono diventati Lego/Berluschisti.
E fatemi sapere.

Giuseppe Trollo, Duca di Rovigo

Eugenio Mastroviti ha detto...

Mastroviti carissimo

[cut dell'usuale sbrocco]

Ohilà. Mi aspettavo che almeno il successo elettorale t'avrebbe fatto un attimo riprendere, invece vedo che continui a sbroccare con una veemenza degna di cause migliori. Comincio a temere che abbia ragione Uriel, che il fallimeno all'origine del tuo livore non sia semplicemente politico o economico ma esistenziale. Mi spiace per te.

Fra l'altro non posso non notare che hai postato tutta questa menata sotto ad un post che spiega, più o meno chiaramente (IMHO), perchè la sinistra italiana non solo ha perso, ma continuerà a perdere (e a meritarselo). Ma mi rendo conto che fare discorsi seri con te sia come aspettarsi che il geranio risolva equazioni differenziali, quindi vai pure avanti senza di me. Anzi, aspetta che ti do una mano:

cazzo figa merda fascisti comunisti bastardi vaffanculo albanegri ebrei ai forni fascisti appesi.

Uriel ha detto...

Comincio a temere che abbia ragione Uriel, che il fallimeno all'origine del tuo livore non sia semplicemente politico o economico ma esistenziale.
-----

"esistenziale"? E' un salumiere, ma che esistenziale ed esistenziale?
Quando uno emigra per fare il pizzicagnolo, che cosa gli parli di "esistenziale"?


Uriel

Eugenio Mastroviti ha detto...

@Uriel: mica vero. C'è gente che emigra per fare il pizzaiolo o il pizzicagnolo e raggiunge un grado di realizzazione personale sconosciuta al nostro amico qui presente. Non è questione di mestiere, è questione di testa.

(del resto il mio sogno era un ristorante italiano a Copenhagen, m'ha fregato la barriera linguistica)

restodelmondo ha detto...

@Eugenio: "Non è questione di mestiere, è questione di testa." Sottoscrivo.

Come diceva Billie Holiday: alcuni sono, altri non sono.

Su quello si distingue, non su conto in banca o lavoro (che poi son quanto di più variabile, come la salute).

Uriel ha detto...

@Eugenio: non sto facendo un discorso classista. Parto dall'idea che se lui odia cosi' tanto l'egualitarismo comunista, sia invece quello che lui vuole. Cioe', lui vuole una societa' timocratica come quella immaginata dalla Tatcher, no? E allora che cazzo vuole? Cosa crede, che la Tatcher avesse rispetto per un salumiere? Io perseguo semplicemente la regola di far assaggiare alla gente la propria minestra.

Quale barriera linguistica con copenhagen? Se capisci l'inglese capisci il danese... sono praticamente identiche, sono piu' vicine di spagnolo e italiano.... quello che dici mi stupisce.

Anche se non capisco questa cosa. Sono venuto su in una famiglia di operai , vivevamo nelle case della fabbrica. Ci siamo goduti 7 anni di cassaintegrazione. Non riesco a non pensare in termini diversi dall'emancipazione. Altrimenti una generazione ha fallito.

Uriel

Uriel ha detto...

Ok, mi e' venuto un tono strano. Boh, vabe'. Scrivo a getto.

Uriel

Anonimo ha detto...

E' arrivato il post di Uriel.
E’ Arrivato anche il post di RestodelMondo.
Tanto per cambiare, a Milano-quasi-Centro, sottoscrivono.
Siete davvero patetici:
Tutti possono testimoniare la vostra delirante e denigrante sequenza di stereo-tipicissimi-tipatissimi insulti rivolti all’emigrazione italiana da una cricca di smerdoncelli di sinistra che contano i giorni per assistere ad una rappresentazione shakespiriana di terzo livello.
Tutti ricordano l’associazione "bottegaio/testa di cazzo", magnificamente presentata da "Uriel ‘o Animale" nella sua arringa anti-thatcheriana:
”Una stronza cosi non poteva che essere figlia di un bottegaio…!"
Apprezzo comunque questa vostra correzione di rotta. Avete cominciato a fare una distinzione fra "mestiere" e "testa".
Bella virata a destra, la vostra! Stiamo gia' salendo sul carro del vincitore? Eccola qui l’Italietta intellettualina in auto-esilio a Londra perche’ in Italia sono tutti brutti, cattivi e ignoranti!
Manca solo il post dell'Annarella-Tutta/Tette/e/Mortadella.
Anche lei ribadira', come gia' fatto dal Mastroviti e "URIEL o' Animale", che il vostro interlocutore, Giuseppe Trollo, Duca di Rovigo, altro non puo' essere che un povero frustrato/fallito/regresso/becero/fascista/legaiolo/ignorante. Cugino di primissimo grado del povero "lego-fascista di Finchley", colui che credeva di avere "raggiunto un [modesto] grado di realizzazione personale" fino al giorno in cui il signor Eugenio Mastroviti e la Signora InMinoranza-TuttaTette/Culo/e/Panza andarono a prenderlo per il culo nel suo negozietto di salumi, lo fecero parlare di politica (al suo livello di ex-contadino minorato psichico) e poi lo proiettarono nella blogosfera facendolo apparire come il solito povero imbecille che dopo una vita di sforzi s'era fatto la casetta, era sempre rimasto comunista nel cuore e nella mente, ma un giorno, vedendo che il mondo girava in modo un po' troppo "social-buonista", si ruppe il cazzo, comincio' a mettere qualche puntino sulle "I" e si trovo' daccordo con le sofisticatissime tesi politiche dell'ignorantissimo Umberto Bossi.
("Ma si puo' - si chiesero i coniugi Mastroviti - essere piu' scemi di cosi?")
A quanto pare si puo'! Guarda i neo-leghisti romagnoli!

In segno di solidarieta', io, il "lego-fascista" di Finchley sono andato a trovarlo; gli ho detto che sull'Internet si legge di lui grazie ai molto socialistici commenti di un suo affezionato cliente. L'ho visto un po' perplesso e ho notato che le mani trasudavano un certo prurito.
Forse quel cliente non lo vedra' piu'. Me lo auguro per lui (il cliente).

L'analisi del perche' "la Sinistra ha perso e continuera' a perdere (e a meritarselo)" non dovrebbe portarti troppo lontano, caro Mastroviti.
Basterebbe che tu, che vedi beceri fascisti dappertutto, che RestodelMondo, che ha fatto della sessualita' l'unico punto del dibattito politico (o sei con noi o sei contro di noi), che Annarella che urla alla Sessantottesca "Not in My Name!", che Uriel, che continua a scoreggiare usando la bocca....basterebbe che VOI, dicevo, faceste un esamino di coscienza ed un atto di umilta' intellettuale.
Io ho fiducia: vi aspetta un quindicennio di Destra dopo il quale la Sinistra come l'avete intesa voi, altro non sara' che un fenomeno (tragico) dell'ultima parte dello scorso millennio.

Oso sperare che nel ristorantino di Copenhagen la specialita' della casa non sarebbero stati i gamberoni alla Lidl in salsa thailandese. Avresti avuto lo stesso successo che hai come corrispon-demente da Londra, con la paranoia del nazi-fascismo alle porte e con i Tories che lasciano che le donne vengano ammazzate di botte.


Giuseppe Trollo, Duca di Rovigo.

Uriel ha detto...

Salumiere del cazzo, stai solo ingoiando minestra di destra. L'unica cultura ove un salumiere come te , cioe' un sottoproletario con qualche bling bling (perche' se avessi almeno un diploma meritato in UK faresti piu' del salumiere) , dicevo l'unica cultura ove uno come te ha un qualche rispetto e' a sinistra.

Hai scelto di stare a destra. Bene, adesso beccati gli sputi e non rompere il cazzo. Questa e' la destra: sei di ceto inferiore, quindi sei una merda.

Goditelo, perche' da me avrai solo la minestra che vuoi far mangiare ad altri.

Ah, si': eye-talian di merda, torna al tuo paese da pastafazoolio, che in UK sei uno straniero. Immigrati del cazzo.

Ti piace, la tua minestra?

Uriel

Eugenio Mastroviti ha detto...

Avete cominciato a fare una distinzione fra "mestiere" e "testa"

Il fatto che tu consideri questa una "svolta a destra" (e che ti renda conto solo ora di quanto sia importante, da questo lato, la distinzione) la dice lunga su quanto capisci. A te proprio mancano le basi, piccino.

restodelmondo ha detto...

@Eugenio: stai a vedere che dimostri come il troll sia in realtà un perfetto PD-ino. :P

[rdm che non vive a Milano da due anni (e sei giorni)]

Uriel ha detto...

@Rdm: il problema di oggi (coi troll e non) e' che sono in giro delle pseudo-ideologie.

Per dire, da una persona che arriva da destra viene l'accusa di elitarismo.Ma se l'elitarismo e' un'accusa, allora tu sei di sinistra. Puoi essere incazzato con la sinistra se tradisce questo ideale equalitario, ma non classificarti a destra.

Invece hai a che fare con un'ipotetica ideologia di destra che contesta l'elitarismo, nonostante il fatto che l'elitarismo sia un tratto caratteristico della destra. Tantevvero che basta parlare a questo signore come gli parlerebbe il buttafuori di un locale perbene per sentirsi sciorinare tutta la dialettica equalitarista di Gramsci.

Di queste ideologie fantasma ne girano: c'e' gente convinta che la Tatcher fosse liberista, per dire, quando pensare che su scala macroeconomica il salario infici la produzione e' un'assunzione marxista. E' un'assunzione liberista nel mondo microeconomico, ma dopo Srena nessuno (specialmente i liberisti) si sognerebbe di dire che la produzione avvenga merci su salario. Invece nasce una specie di presunta ideologia economica della tatcher (che non e' mai esistita nel mondo del pensiero economico) che invece era solo la sua opinione personale sulle cose.

Il personaggio in questione fa semplicemente parte di quella pletora di persone che non avendo mai studiato filosofia in vita propria non riesce a distinguere un'ideologia o una dottrina economica da una visione personale del tal politico. Quindi e' convinto di seguire degli ideali che non esistono e non sono mai esistiti.

Infatti e' un individuo che per sua stessa ammissione non appartiene alle upper class londinesi (visto che faceva il pizzicagnolo, da immigrato) eppure parla proprio come quelli che lo vorrebbero buttare fuori dall'inghilterra e ridurre in qualche ghetto, sognando un'ideologia che non esiste: la destra equalitaria.

In Italia, per dire, e' vero che la Lega nord sta assumendo connotati di proletarismo importanti, ma nel caso della Lega la distinzione tra desta e sinistra e' inutile, perche' si tratta di un partito territoriale, per il quale la presenza al vertice e' secondaria rispetto al radicamento. Se alla componente proletaria della Lega se ne aggiungesse una borghese E la Lega riuscisse a non far prevalere nessuna delle due la Lega *potrebbe* assumere un connotato equalitarista.

Il guaio e' che questo succede in Italia, non in UK. Li' un salumiere italiano, anche se ricco, rimarra'sempre un parvenue.

Uriel

Claudio ha detto...

@Eugenio e c.: pero' lo ammiro: voglio dire, a scrivere quelle deliranti pappardelle lunghe SEMPRE almeno una pagina bisogna averne di tempo da perdere. E' vero che ultimamente paion un disco rotto, e che di fatto non fa che ripetere all'infinito lo stesso concetto, pero' ce ne vuole lo stesso.

Anonimo ha detto...

@Claudio:
Qui l'unico disco rotto, caro Claudio, e' che se non la pensi come la Sinistra Arco-del-Culo sei un lurido e becero fascista.
Come nel 1968, quando tu non eri nato ed eri ancora dentro i coglioni del papa'.
Robetta rancida del secolo scorso...
Vedi se riesci, finche' sei ancora giovane, a fare un passetto avanti:
Non rimanere intrappolato come quelle vecchie mummie modello Uriel/Mastroviti...

Uriel ha detto...

Ehi, salumiere del cazzo, che ne sai tu di mummie? Ti sei messo a bendare i salami, adesso?


Uriel

restodelmondo ha detto...

"Qui l'unico disco rotto, caro Claudio, e' che se non la pensi come la Sinistra Arco-del-Culo sei un lurido e becero fascista."

Sotto questo post, fa pensare - come diceva un mediocre commediante ;-) - che ci sia del metodo in questa follia.

Anonimo ha detto...

Giuseppe Trollo, Duca di Rovigo scrive:
Io, cari blogosferici, il ruolo del "salumiere" lo recito con piacere, se vi fa bene alla salute mentale immaginare che voi siete lassu' e io sono quaggiu', miserabile mortale che osa bussare alle porte dell'Olimpo.
Pero' andiamo a vedere da vicino da quali divine intelligenze e' abitato quest'Olimpo di esoterici imbecilli che "starnazza" tra le nuvole:
Ecco un passaggio di "litter-atura politica" che quel cassintegrato ignorante di nome "Uriel 'o Animale" ha consegnato per sempre ai posteri solo qualche giorno fa:

-----------------------------------
URIEL HA DETTO:[[[[[[[[[[[[[[[ @eugenio: aspetta di vedere come finisce con Alitalia. In Lombardia si tratta dell'ultimo feudo leghista (ogni bagascia leghista, ogni nano ed ogni ballerina in carico alla Lega vanno in Alitalia o alla MAlpensa, per questo sono in merda entrambe) , senza il quale i leghisti prendono meno voti del mio cane.

Una volta orfani della Lega (perche' non e' nemmeno certo che arrivi al 4% in queste elezioni) , i personaggi cosi' saranno ancora piu' odiosi.

Quello che non hanno capito osservando le primarie USA e' che la moda dei teodem e' finita. Ci sono molti modi per annientare qualcosa. Trasformarlo in una moda e' il migliore, perche' quando la moda e' finita non puoi neanche chiamarti "vetero-qualcosa", sei proprio e solo ciarpame da gettare via.

Al massimo, fra 30 anni, i leghisti saranno "Vintage" e andranno forte nei lounges, magari il Va Pensiero diventera' "Chillout".

Ci sara' da ridere, appena Alitalia salta e tutti quei legaioli rimangono alla fame, come meritano. Voglio vederli, i fighissimi del "ma va a lavura' terun" quando saranno 14 ore al giorno in un call center per 600 euro al mese. No, perche' io di leghisti ricchi non ne ho ancora visti, a parte quelli che prendono i dindi da Roma.

Non hai qualche meccanismo di filtraggio basato su IP , sul blog? Ci saranno un sacco di schizzi, intendo. Verranno qui a Iosa, non appena saranno senza Padania e i bar di Milano ormai sono tutti gestiti da cinesi...]]]]]]]]]] Uriel
-----------------------------------


Naturalmente, con ipocrisia tutta stalinista, sia Uriel che il Mastroviti, senza quasi fare una piega, scrivono che il paracarro nel culo incassato dalla Sinistra alle recente elezioni (la Sinistra-Catto/Comunista/Compromesso/Storico di Veltroni e quella "Arco-del-Culo" di Bertinotti/Diliberto/LUXURIA/e quel pecoraro dello Scanio) era largamente scontato e previsto.
Se lo fosse stato, pero', il Mastroviti avrebbe dovuto percepire che il "leghista di Finchley", trattato con tenera arroganza tutta/fascista come un povero salumiere ignorante, offriva invece un segnale assai chiaro di un venticello rivoluzionario/contro-rivoluzionario che lui, corrispon-demente con le palle da Londra, avrebbe dovuto cogliere all'istante.
Ma il nostro e' un corrispon-demente di sinistra, e' uno che ha "le basi", uno che ha fatto tutti i "corsi avanzati", e non ostante questo accademicissimo background ha voluto dimostrare che di politica non capisce la classicissima minchia.
Proprio come il suo amicone URIEL, un invasato del '68 che ri-scrive, spesso copiandola e incollandola, la stessa spazzatura di quel tirannosauro di Tony Negri.
La realta', per fortuna dell'Italia tutta, si presenta profondamente diversa.
E il Mastroviti e "Uriel 'o Cassintegrato" continuano a fare le solite "figuredimmerda"
Verba volant, Scripta manent.

Giuseppe Trollo, Duca di Rovigo.

Uriel ha detto...

Tu non reciti nessuna parte, idiota. SEI un salumiere ignorante. Tantevvero che non indichi il pensiero altrui usando le categorie dellafilosofia, ma usando quelle della politica.Per la semplice ragione che non conosci le categorie principali del pensiero umano.

Torna ad affettare salami, immigrato di merda. Sei li' a fare i lavori che gli inglesi non vogliono piu' fare. Osso nel naso e sveglia al collo, avanti, MARSCH!

Allineato e coperto.

Uriel

restodelmondo ha detto...

Uriel: Non ti sapevo Marxista. Soprattutto dopo le ultime uscite su Srena, poi... Guarda le cose che si scoprono. :P

Anonimo ha detto...

PASQUALE 'o ZAPPATORE
ha scritto:

RestodelMendo si sta eccitando.
Timidina, timidina, nascondendosi dietro gli occhialini, se ne esce ogni tanto esercitandosi nello shit-stirring e poi ritirandosi a godersi lo spettacolo di nascosto, infilando le manine giu' giu' nelle mutandine.
Che le piaccia guardare?
"Guarda le cose che si scoprono..."

La Marchesina Milano-quasi-Centro banna ed invita a bannare i trolls. Pero' appena ne pesca uno in casa d'altri lo considera uno "stirring event" da non perdere assolutamente. (Come le rappresentazioni teatrali di ...quarta categoria).
Dev'essere la sfera sessuale di cui abbiamo parlato in passato che recita anche in questo caso la parte di protagonista.

Il repertoire di Uriel, "filosofo cassintegrato", mi sia dato atto, sembra essere piuttosto limitato.
Sembra un disco rotto.
Qualcuno dei suoi blogosferici intellettuali, in segno di... cameratismo, potrebbe venire in suo soccorso?
Claudio, per esempio, che i dischi rotti li detesta, potrebbe aiutare "Uriel 'o camerata" ad allargare lo spectrum delle sue conoscenze musicali?
Mario Merola, con il suo "Pasquale 'o Zappatore", per esempio, mi sembrerebbe gia' un primo passo nella "direzione giusta", la direzione arcobaleno, ed introdurrebbe un elemento di novita' in sostituzione dell'ormai logoro "Eugenio 'o Salumiere", fisico nucleare ed insigne sociologo alla Sabino Acquaviva. (A proposito: E' ancora vivo o vegeta tra le scartoffie del sessantottismo?"

A s-proposito:
La "virata a destra" era ovviamente da intendere come "virata verso il buon senso di destra", perche' di fumose blogo-scemenze ormai, confessatelo, cominciavate ad avere le ovaie piene anche voi.
O mi sbaglio?

Pasquale 'o Zappatore, bracciante agricolo di Corleone.

Uriel ha detto...

@RdM: la mia percezione delle cose e' evidentemente materialista nel senso marxiano del termine. Srena ha dimostrato quello che diceva, quindi siamo fuori dal campo delle opinioni.

@Troll salumiere: sei un fesso. Sei cosi' fesso che arriveresti soltanto secondo al campionato dei fessi. Se tu usassi categorie del pensiero per definire i partiti, per dire, capiresti perfettamente il risultato politico.

Se tu chiami la SA col nome di "comunisti" ovviamente NON puoi capire , sconfinata distesa di letame intellettuale, perche' siano scomparsi. Se invece li chiami col nome giusto, e cioe' "filosofia estetica", allora capisci che in una nazione che chiede miglioramenti materiali una filosofia estetica (sebbene sia l'estetica del comunismo) non possa che scomparire.

Se tu, perfetto esempio di apparato digerente palindromo, continui a chiamare "Verde" pecorario scanio NON puoi capire come mai sia scomparso,a differenza del resto dell'europa. Se invece lo chiami col proprio nome, ovvero "pauperista", capisci che in un paese che chiede modernita' e infrastrutture un pauperista non possa che sparire.

Se tu continui a chiamare la Lega "autonomista", senza renderti conto che rappresenta le istanze dei ceti deboli (perche' sicurezza e tassazione SONO istanze dei ceti deboli. Montezemolo l' ICi la paga senza sudare, l'operaio soffre) , allora sbagli. Se li chiami "partito proletarista" allora capisci perche' siano, oggi, l'unica sinistra del paese.

Se tu continui a chiamare sinistra il PD, quando propagandano il liberismo, la fedelta' aprioristica alle istituzione e pretendono di rappresentare la parte migliore del paese non capisci la sconfitta. Se li chiami col proprio nome, e cioe' "elitarismo liberale" ecco che ti spiecghi il loro fallimento: un partito di destra che si candida a sinistra non fara' altro che perdere le elezioni o governare male.

Potrei continuare con tutto l'arco costituzionale, dai "moderati" o "cattolici" che in realta' sono solo neoguelfi (e quindi sono l'estrema destra) alla versione bizantina dell'ideale crociano presentato da Berlusconi, cosa che lo mette A SINISTRA del PD.

Ma a te mancano le categorie della filosofia, dal momento che hai frequentato solo scuole per il mondo del lavoro, e non scuole che insegnassero a leggere il mondo.

Per questo sei un salumiere di merda, caro esempio di simmetria craniosacrale. Per questo NON discuto con te. Per questo sei in UK a fare i lavori che gli inglesi non vogliono piu' fare.

Sei *negro dentro*. La sveglia al collo e l'osso nel naso sono la tua dimensione ontologica. Tu *sei* un servo ignorante, non e' una questione di congiuntura o di storia personale.

Uriel

Anonimo ha detto...

Hai passato la notte per produrre questo spassosissimo pistolotto di scemenze.
Devi essere stanco.
Adesso fatti una bella camomilla e vai a dormire. Prima pero' spazzolati i denti e sciacquati bene la bocca: hai l'alito che puzza di merda.
A te t'ha rovinato la Cassa Integrazione.

Uriel ha detto...

Checce', salumiere, hai imparato qualche parola nuova?

Chi l'avrebbe mai detto, eh, che ci fossero cosi' tante parole... certo che all' ITIS, mentre sgrezzavi blocchi di ferro con una lima, il mondo sembrava piu' semplice.

Sei solo un negroide dell'anima. E come se non bastasse, affetti salami e distribuisci prosciutto. Cosa che andrebbe fatta solo da puri di spirito.

Uriel

Anonimo ha detto...

"....Per questo NON discuto con te. Per questo sei in UK a fare i lavori che gli inglesi non vogliono piu' fare.
Sei *negro dentro*. La sveglia al collo e l'osso nel naso sono la tua dimensione ontologica. Tu *sei* un servo ignorante, non e' una questione di congiuntura o di storia personale...."

Boring... boring... boring... boring
Al pubblico della blogosfera che si sta spanciando dalle risate nel vedere questo cassintegrato in canottiera menare la mazza di cartapesta mentre sfila sul carro carnevalesco di Viareggio vorrei ricordare che il primo a non voler discutere con "Uriel 'o buttafuori" e' stato il sottoscritto.
Sono mesi ormai che ripeto che uno che si fa le canne e copia e incolla passaggi della litter-atura di Toni Negri non solo non mi interessa, ma mi fa pena.
Pertanto pregherei "Uriel 'o smargiassone" ad un minimo di coerenza: Non vuole discutere con uno che e' "negro dentro, con la sveglia al collo e l'osso nel naso"? Bene, lo faccia e la smetta di sbraitare strepitando istericamente.
Ma come puo' un bravo ometto come Eugenio Mastroviti, tutto sommato vicinissimo all'area liberale del Berlusca, tenere contatti con questo sacco pieno di immondizia di stalla?
Pero' il blog e' suo e me ne devo fare una ragione....

PASQUALE 'O ZAPPATORE,(negro dentro), bracciante agricolo di Corleone.

Uriel ha detto...

E invece ti piscio in testa ogni volta che posso. Torna al dizionario, dai.

Uriel

Anonimo ha detto...

Boring, boring, boring.
Cassintengrato scopiazzone e dispettoso...
Piu' ti smazzano le corna e piu' ti si rizza la coda;
piu' credi di parlare "difficile", piu' fai la figuradimmerda.
Perche' non vai nel blog della Luxuria a rompere il cazzo con la filosofia estetica: lei, che ha studiato al corso avanzato della Bocconi capirebbe al volo che razza di cretino che sei.
Perche' non glielo dici tu a quel pecoraro dello Scanio che non e' verde, ma pauperista. A me del Pecoraro non me ne frega una minchia: E' amico tuo, il pauperista del cazzo.
Perche' non glielo dici tu al Veltroni che non e' di sinistra, ma un elitarista liberale e che per vincere, invece di candidarsi a sinistra si doveva candidare a destra dopo aver adottato la versione bizantina dell'ideale crociano e alleandosi di fatto col nemico Berlusconi che stava gia' alla sua sinistra, ma lui non se ne era accorto perche stava a destra facendo invece propaganda al liberismo.
Perche' non glielo dici tu al Bossi di cambiare nome alla Lega e chiamarsi Partito Proletarista?
Perche' ti arriverebbe un cazzotto dritto dritto sul naso, scemetto.
Queste scemenze le puoi scrivere solo sui blogs, dopo averle scopiazzate da Toni Negri!
Com'e' possibile, mi chiedo, che in Italia non ti caghi nessuno? Avevi in mano la carta vincente e non l'hai giocata?
Perche' non hai telefonato al Bertinotti dicendogli che "Sinistra Arco-del-Culo" non andava bene e bisognava chiamarsi "Filosofia Estetica del Comunismo" e che solo cosi si vincevano le elezioni?
Te lo dico io:
Perche' perfino il Bertinotti, povero scemo anche lui, ti avrebbe detto:
"Scusi, signov Uviel, pevche' non va a cagave?

Firmato:
Pasquale 'o Zappatore(negro dentro)