04 aprile 2008

Un Paese di Tafazzi


Un Paese di Tafazzi è l'unico immaginabile in cui la maggioranza della popolazione voterebbe per un candidato alla presidenza che ha fra i suoi consulenti economici Carly Fiorina. Ma del resto, stiamo parlando del Paese che ha creduto nella Reaganomics...

20 commenti:

RedGlow ha detto...

Aspetta, si stanno attrezzando per gli effetti speciali.

Comunque non mi puoi censurare il troll da giardino: è la parentesi divertente durante i cinque minuti liberi a lavoro. Davvero.

Poi, rassicuralo. Anche se risponde a post vecchi, ha la sua platea in ogni caso, non deve preoccuparsi. Sai come sono, dai.

Anonimo ha detto...

Federico Mastroianni ha scritto:

...Un Paese che ha creduto nella
Reaganomics non puo' essere che un paesedimmerda.
E un Paese che ha creduto nel Thatcherism non puo' essere che un paesediccacca.

In che cosa avrebbero dovuto credere, alternativamente, per non essere, rispettivamente, il primo, un paesedimmerda e il secondo, un paesediccacca?

Quali dottrine economiche avrebbe elaborato, invece, l'insigne docente di Applicazioni Economiche Globali presso L'Universita' di Civitavecchia, Prof. Eugenio Mastroviti?

Semmo tutto-orecchi...

P.S.
La mefitica opinione di Mr URIEL/ PREZZEMOLO non giungerebbe alle nostre nari particolarmente gradita. Preghiamo astenersi.

Uriel ha detto...

Semmo tutto-orecchi...
----

Nu 'recchione, 'nsomma.


----
La mefitica opinione di Mr URIEL/ PREZZEMOLO non giungerebbe alle nostre nari particolarmente gradita.
----

Perche' non sa di salame? Vabe', esci dal tuo negozietto ogni tanto, dai, prendi aria fresca. Ci pensa il tuo collega pakistano alle lesbiche che limonano in casa di Boy George.

---
Preghiamo astenersi.
---

Sai, leggevo dei Bonobo. Il Bonobo e' un animale intelligentissimo che risolve ogni contesa sociale mediante un rapporto sessuale. Secondo me e' una cosa molto bella, potrebbe essere originale , che andrebbe imitata.

Perche' non mandi tua sorella a farmi un pompino, per esempio?

Uriel

P.S: ti ricordo sempre che sei solo un salumiere di merda emigrato in UK. Chiedi al tuo collega indiano cosa siano le caste, prima di aprire bocca.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Il suo ex-collega indiano, vorrai dire. Quello che lavorava in salumeria per pagarsi la laurea in matematica e adesso fa l'analista nella City. Che poi è uno dei motivi per cui ce l'ha tanto con gli immigrati: se lo lasciano tutti indietro.

Uriel ha detto...

Scherzi a parte, vedevo questo astio anche in Germania. Li' c'e' una generazione di immigrati italiani che a distanza di TRE generazioni non e' ancora riuscita a togliere ai propri figli la nomea di "studenti piu' asini". Sono tutti con la pizzeria aperta, il bistro', gli eis cafe', i furgoncini eis und sahne, nelle portinerie e nei mercatini.

Appena arrivi tu e loro notano che c'e' un "entry point" diverso, si scatena la rabbia. Probabilmente sono due versioni locali dello stesso fenomeno.

Uriel

restodelmondo ha detto...

Uriel, lascia stare le sorelle dei troll. Se no che dice Mrs.Uriel?

Anch'io sapevo di questa tendenza nell'immigrazione in Germania, fino ad arrivare a immigrati di terza generazione che idealizzano l'Italia come loro "vera Patria" - senza parlare altra lingua che il dialetto dei loro nonni, peraltro. Una storia tristissima, come tutte le storie di occasioni sprecate...

Sarebbe interessante un confronto con l'immigrazione (e l'integrazione) italiana negli USA (che non è solo Tony Soprano).

Uriel ha detto...

Uriel, lascia stare le sorelle dei troll. Se no che dice Mrs.Uriel?
----

Lo faccio per i Bonobo.

E' uno sporco lavoro , ma qualcuno deve farlo.

:)

Uriel

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTROIANNI ha scritto:

Non pensavo davvero che tra persone che aspirano a raggiungere il mio livello intellettuale ci fossero dei villani rinciviliti con la bocca ancora farcita di lupanariche trivialita'.
Sono rattristato che anche RestodelMondo sia scesa cosi in basso. Temo che la sua frustrazione sessuale cominci a giocare un ruolo non secondario nel tifare con tanta schiuma per le penosissime mazzate del povero URIEL/PREZZEMOLO. Forse la vacanzetta di Parigi e tutte quelle ghiottonerie a prezzo turistico non sono proprio quello di cui aveva urgentemente bisogno.

URIEL/PREZZEMOLO dimostra scarso rispetto per le sue origini che sappiamo non essere nobili: al contrario, miserabilmente plebee. Una plebe, la sua, tra l'altro, che non e' nemmeno riuscita ad inculcargli il piu' elementare dei principi: quello della solidarieta' di classe.
E cosi, blogo-sferi-navigando, abbiamo conosciuto da vicino anche URIEL detto PREZZEMOLO, "l'anarco-webero-qualunquo-fascio-marxista" del cazzo e, probabilmente, "verde". Uno di quelli che si astengono perche' non c'e' un partito che ne rappresenti i profondi ideali. Quali?

Trovo inoltre sbalorditiva la vostra superficialissima conoscenza (ma forse e' meglio dire spaventosa ignoranza) del fenomeno migratorio e delle implicazioni socio-psicologiche che accomunano tutte le comunita' non indigene del mondo.
Del resto, rimane ancora leggendario nella sua banalita', il celeberrimo post sul "Leghista di Finchley", scritto dall'insigne sociologo/social-psicologo/criminologo e filosofo-dei-comportamenti-sociali Eugenio Mastroviti il quale, dopo le quotidiane lectures alla LSE, si reca nella City a smazzarsi le sue sessanta ore settimanali di...Internet, incluso l'orario notturno ed i Week Ends..
Sono inoltre sicuro che, grattando un po', la vostra natura razzista- falso-socialista-salottiera emergerebbe in tutta la sua spregevolezza.

Il povero URIEL/PREZZEMOLO continua a fare figuredimmerda a livelli blogosferici perche' si espone di continuo a umilianti bastonate sulle corna.
Corna che lo rendono cosi frustrato da cercare temporaneo sollievo nello studio delle abitudini sessuali dei Bonobo.
Il che e' davvero preoccupante.

Stasera, ore 20, Channel 4, il piu' "socialista" dei canali britannici, manda in onda un programma documentario sull'immigrazione.
Prego sintonizzarsi perche' c'e' un sacco di robaccia nazista del Daily Heil.

Ma una rispostina sulle dottrine economiche alternative a quelle adottate in America e UK negli anni Ottanta non me la si vuol dare?
O si parla sempre con il culo in questo blog?

Uriel ha detto...

Ehi, bello, ripeto: sei solo un salumiere di merda arrivato a Londra con la valigia di cartone. Passi la vita a guardare gente che ti passa davanti , e persino gli altri expat italiani non ti cagano perche' sei ancora un pastafazoolio del cavolo.

Dacci un taglio, le caste esistono ancora. Solo che in occidente sono piu' gentili.

Nessuno ti dara' mai una risposta sulle dottrine economiche e sarcazzo cosa, perche' nessuno parla di economia con un salumiere del cazzo. Lo so che a te piace la Tatcher, e per forza: ha sempre fatto vanto di essere figlia di un droghiere, cioe' un'altra bottegaia di merda che vedeva l'umanita' sulla punta di un biglietto da dieci.

Di economia ne parli coi tuoi pari, che e' meglio. Io di menzionarti gente come Sen , Arrow o il buon vecchio Nash proprio non ne ho voglia. Essendo tu un salumiere, non potresti capire quel che dico.

Uriel

Anonimo ha detto...

Tipico degli snob il ricorso al principio d' autorità .
Io quando voglio insultare qualcuno gli do del coglione o dello stronzo . Non mi passa mai per la testa di definirlo droghiere , salumiere o ironizzare sulle qualità delle valigie . Non è questione di educazione ma di mentalità . Se uno è stronzo resta stronzo anche se fa l' analista alla city o l' informatico signor Uriel .
Ormazad

Anonimo ha detto...

L'aspetto piu' ridicolo di questo "scontro" che il Mastroianni, mi sembra di capire, non ha mai voluto e' che il "salumiere" ne esce con la classe e la distinzione di un vecchio gentleman della City e "l'informatico signor Uriel" con la canottiera sudata e sbrindellata del bracciante ortofrutticolo.

Se l'informatico signor Uriel riconoscesse che da questo impari "scontro" sta uscendo piuttosto malconcio e sempre piu' ridicolizzato e si ritirasse in buon ordine salvando il salvabile ne guadagnerebbero la qualita' del blog e la buona educazione.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Non ci stava bene un cazzo. Pensane un'altra che' questa fa cagare

ha un pessimo senso dell'igiene personale e dopo aver fatto la cacca non si lava mai le mani e io mi fido poco di chi tocca il prezzemolo con le mani sporche di cacca perche’ puo’ passarmi la sifilide che lo tormenta da quando frequenta, di notte, i travestiti del Colosseo

a casa di Boy George, ho assistito ad una focosissima clito-slinguazzata fra lesbiche del suo entourage.
Ancor oggi, al solo pensarci, sento uno stimoletto da quelle parti.


E mi sono sbagliato anche sulla scorreggia.
Era una cagata.


non m'ha fatto ridere una bella minchia.

potrebbe convincerlo a chiudere il becco e infilarsi la mazza roteante nel culo?

il grande timoniere, Mao-Tze-Tung, aveva creato una pensione vitalizia a tutte le belle fighette gialle col libretto rosso che gli avevano succhiato la minchia durante la Rivoluzione Culturale

"La classe e distinzione di un vecchio gentleman della City", dici, caro Anonimo? Macchè: di un lord, guarda. E mica di quei parvenu di oggi: uno della corte della regina Vittoria.

non ho guardato su Sitemeter, si accettano scommesse: questo qui è Castruccio o il trollonzo che si dà ragione da solo?)

Uriel ha detto...

Tipico degli snob il ricorso al principio d' autorità .
----

No, stronzo. A parte il fatto che snob e' l'abbreviazione latina di sine nobilitate, cosa che nei collegi veniva usata per indicare quelli privi di titoli, ti faccio presente che l'imperativo categorico di ogni classe lavoratrice cosciente di se' e' rappresentato dalla necessita' di emanciparsi culturalmente.

Il proletario che a distanza di qualche generazione e' ancora uno stronzo che parla dialetto in tuta blu ha fallito in quello che e' il principale aspetto della filosofia equalitaria dalla quale sputi questa sentenza.

E se non avessi passato anni della tua vita con una lima in mano in qualche ITIS, in una "scuola per il mondo del lavoro", cioe' in una scuola per classi servili, lo sapresti anche.

Purtroppo le regine della zizzania mancano anche della cultura necessaria ad essere comuniste quanto dicono.....

mi sbaglio, sconfinata distesa di miserie umane in forma di fake?

Uriel

Uriel ha detto...

In ogni caso, lo dico e lo ripeto: non ha senso discutere di economia e/o politica con un individuo che ha come obiettivo evidente uno stupido gioco di Berne.

Uriel

Annarella ha detto...

@Eugenio Ormazad e' il fratello panettiere del troll salumiere ?
Faccio fatica a distinguerli

Tiro una pietosa termotrapunta sulla classe e la distinzione, probabilmente hanno letto "How to be decadent" e pensato fosse un manuale di buone maniere.
Ci sarebbe da consigliargli "The book of snobs" di Thackeray

Anonimo ha detto...

Federico Mastroianni ha scritto;

@Eugenio Mastroviti:
Scusa, ma dove sarebbe la volgarita' in quella serie di simpatiche e colorite immagini/espressioni da te sopra elencate?

Io non la vedo.
Forse abbiamo un diverso "comune senso del pudore".

Se ti riferisci all'uso di certe espressioni nei confronti di URIEL/Prezzemolo, non puoi negare che si tratta di risposte quasi educate, alle gratuite provocazioni di un soggetto dalla natura particolarmente animale.
Devi esserti chiesto anche tu come faccia la Signora URIEL ad andare a letto con una scrofa come lui, con quel grugnito mefitico.
Se lo devono chiedere tutti.
Esempio:
L'anonimo che si firma Ormazad non dice niente di volgare; anzi, parla con la saggezza del vecchio capo Sioux, Toro Seduto, con il calumet della pace in mano.
E come gli si rivolge "URIEL 'o animale"?
Gli si rivolge cosi:
"No, stronzo. A parte il fatto che etc. etc...."
Quando ci si incrocia con una bestia cosi e' difficile conservare tutta la classe e la distinzione che Annarella/Mortadella/Mozzarella vorrebbe avere, ma non ha e che e' invece connaturata a gentiluomini di vecchio stampo come il sottoscritto.

Se poi, caro Mastroviti, ti sei offeso per la battuta sul Grande Timoniere prova a fartela passare pensando che anche in Cina sono diventati tutti thatchero/ berlusconiani.
Alla faccia dell'Annarella!

Non capisco inoltre perche' l'anonimo che si firma Ormazad dovrebbe essere, agli occhi dell'Annarella, il fratello panettiere del trollonzo salumiere.
Questa fascistella di sinistra del modello "vojo/nna/societa/piu/ggiusta/e/dddemmocratica" dovrebbe accoppiarsi con URIEL 'o animale:
Ambedue tendono a sminuire l'interlocutore dissenziente attribuendogli un basso rango sociale. Come Stalin e Mao, che pero' eliminavano i dissidenti/oppositori come contro-rivoluzionari borghesi.

C'e' qualcosa di vecchio e di arrogante in queste attitudini pseudo-intellettuali.
C'e' un po' di fascismo, c'e' un po' di razzismo, c'e' un po' di comunismo e tanto, tanto idiotico cretinismo.
Per fortuna che Silvio c'eeeeeee

P.S. Sono le 22.30 e il tuo amico Brian Paddick ha appena cominciato a parlare(BBC2)nel suo appello agli elettori.
Indovina qual'e' l'argomento di apertura: La criminalita' e la paura nella Londra Livingstoniana.
Che abbia letto troppo Daily Heil???

Uriel ha detto...

non puoi negare che si tratta di risposte quasi educate,
-----

Io nego il cazzo che mi pare. "non puoi negare" lo dici a tua sorella, la bonoba.

E lo ripeto: non ha alcun senso parlare di politica e/o economia con te, per la semplice ragione che il tuo obiettivo e' un gioco di Berne.

Lo trovi scortese? Fammi pure causa, fesso.

Uriel

P.S: aspetto ancora tua sorella. Anche se credi sia una donna manda pure , che c'e' Boy George che ci aspetta insieme al tuo ex collega pakistano che adesso guadagna il triplo di te.

restodelmondo ha detto...

Sono rattristato che anche RestodelMondo sia scesa cosi in basso. Temo che la sua frustrazione sessuale

Anche questa, tanto fine quanto originale. Un vero signore.

@Eugenio: Io punto su Castruccio (o altro), gli stili sono lievemente diversi. Sempre che il troll originale (ho troppo rispetto per i bottegai per definirlo "salumiere") non voglia rifarsi una verginità sotto altro nome.

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTROIANNI ha scritto:

@RestodelMondo
Carissima,
Se vuoi fare un bagno di "finezza" e "signorilita'" devi solo andare a rileggere quello che tu e "URIEL 'o ANIMALE" avete scritto piu' sopra a proposito di emigrazione italiana nel mondo.
Non pensavo che, tu quoque, fossi capace di spandere tanto mefitico olezzo.
Hai ragione a trovare ineducati i timidi e fugaci cenni alla cronica deficienza di orgasmi liberatori che patologizza i naturali meccanismi della tua "sfera sessuale", ma quando ti vedo schiumare di passione per le mazze che URIEL, piccolo Sansone in canottiera, rotea di continuo grugnendo come un suino in calore, mi chiedo se invece non faccio bene a parlarne, onde tu possa visitare uno specialista e porvi rimedio.
Credo che tu sia l'unica donna della blogosfera capace di eccitarsi (a livello pre-orgasmico) davanti alle tristi "performances" di URIEL (Polifemo accecato e incarognito) mentre rotea le sue mazze di cartapesta.
Mi sorge un dubbio:
che l'Annarella/Mortadella/Mozzarella, che sembra agitarsi nervosa sotto la termotrapunta, abbia lo stesso problema?

Ma il punto non e' questo; e nemmeno la faccenda dei salumi; e nemmeno il povero Uriel che continua a grugnire in sottofondo creando un'atmosfera da porcile che nessuno vuole respirare.

Il punto e' che i Conservatori britannici fanno ammazzare di botte le donne e che il Nazismo, cacciato dalla porta nella Germania del secolo scorso e' rientrato dalla finestra nell'Inghilterra del Terzo Millennio, prendendo le forme di due quotidiani dal nome sinistro: Il Daily Heil e il Nazi-Standard.
Il punto e' che la violenza e la criminalita' giovanile sono ormai due fenomeni epidemici che da 11 anni impestano l'esistenza del povero popolino britannico. Problemi sui quali si sono impegnati elettoralmente i due candidati sfidanti la carica di Ken Livingstone, sindaco uscente, al governo della citta'.
Brian Paddick, il candidato scelto dal nostro carissimo Eugenio Mastroviti, li ha presentati come il problema "number one".
Il Mastroviti nega ostinatamente che siano problemi veri.
Lui, come il Livingstone, si nasconde dietro le statistiche.
E se le statistiche non mostrano l'ecatombe di moribondi, feriti, pugnalati, aggrediti e percossi, ma solo i morti ammazzati, loro sono contenti e passeggiano tranquilli perche' i morti, quelli veri, quelli che contano, quelli che fanno la differenza, sono una mezza dozzina in meno dell'anno scorso.
Ma Brian Paddick, il candidato del Mastroviti, nella campagna elettorale e nei suoi manifesti, reitera, invece, a ogni pie' sospinto:
"La criminalita' e la violenza giovanile vengono prima dei trasporti e delle case popolari!"

Uno dei due spara balle.
Il Mastroviti pensa che sia Brian Paddick che si e' fatto lavare il cervello dal Daily Heil.
E temo che i suoi amici, contrariamente all'evidenza, gli diano ragione.
Io invece penso che sia colpa del Daily Heil che trama nell'ombra e semina panico e insicurezza per scodellare, al momento opportuno, un omino coi baffetti che, alleatosi con i fondamentalisti delle moschee, finanziati dall'Iran di Khomeini, decide di cancellare dalla carta geografica lo stato di Israele....

Eugenio Mastroviti ha detto...

Trovo ammirevole la tua capacità di confutare affermazioni che nessuno ha mai fatto. Sono sorpreso, del resto, che tu non abbia aggiunto una dettagliata e documentata dimostrazione dell'assenza di formaggio sulla Luna, tanto per sbugiardarmi un po' di più.

Londra non è il Paese di Bengodi (anche grazie alla presenza di feccia come te, ma questo è un altro discorso), ma questo, con quello che ho detto io, c'entra meno di una sega. Il crimine è un problema? Sì. Rimane il fatto che il crimine sia di gran lunga di più un problema nella cristianissima e tradizionalissima e berlusconissima Italia, dove i soli furti in abitazione nel 2006 (circa 140.000) erano più del totale dei furti in Inghilterra e Galles (circa 101.000; la popolazione è leggermente inferiore a quella italiana) che pure hanno un'immigrazione ben più elevata e sono, a sentire te, di gran lunga più allo sfascio a causa del famoso quindicennio di dittatura bolscevico-laburista del proletariato.

Insomma: l'Inghilterra bolscevica e immigrona e disgustosamente multicolore non ha il primato delle rapine, non ha il primato della violenza sulle donne, non ha il primato degli omicidi: tutte piaghe che affliggono molto di più la cattolicissima e tradizionalissima ed eterosessualissima Italia che ha anche un bel po' di immigrati in meno. Mah, per fortuna che in Italia almeno l'economia tira e la disoccupazione è bassa...

Lo spiego nella maniera più semplice possibile: a mostrarti per il cretino che sei non è tanto la differenza nei numeri che peraltro non conosci e non capisci, quanto il tuo continuo, isterico starnazzare di una correlazione fra politiche "socialiste" (che in Italia non ci sono), immigrazione (che in Italia è minore) e criminalità (che in Italia è più alta).

'nuff said, il resto del tuo commento sono i soliti isterismi - che onestamente cominciano a venire a noia.

(bella la conclusione sullo Stato di Israele, peraltro. Ci allieterai con qualche disquisizione sulla lobby ebraica che diffama quel sant'uomo di Nick Griffin?)