03 aprile 2008

Libertà per i compagni in carcere


Quando il potere si lascia andare a repressioni e rappresaglie senza più freni o remore, quando la violenza omicida del capitale colpisce i compagni che lottano, quando le giovani generazioni vengono costrette col ricatto economico o con la minaccia della violenza ad irreggimentarsi ed obbedire ciecamente ai desideri del capitale globalizzatore, le masse oppresse fanno presto a trovare un simbolo, un leader, una causa che simboleggia la loro lotta verso la libertà.

È in nome di questa lotta che questo blog oggi lancia un'iniziativa, per la libertà di un giovane rivoluzionario che langue in catene. Invito gli altri blogger ad aderire e a mostrare il banner della campagna sulle loro pagine, perchè quest'onda di libertà travolga gli aguzzini e sfondi le porte di ogni carcere:



Un grido si leva da piazze, stadi e concerti in Europa: Free Nelson Mmatteo!

37 commenti:

whip ha detto...

Sono d'accordo, a patto di liberare
MMatteo in casa inminoranza.
Vediamo in quanti minuti cambi idea. *grin*

Stefania ha detto...

Mi permetto di dissentire... dovresti frequentare un po' di più quel piccolo teppista altrimenti detto Ballarò!

Eugenio Mastroviti ha detto...

Eccoli, i soliti falsi compagni, servi del potere e allineati con la repressione...

Uriel ha detto...

Pagherete caro, pagherete tutto.

Uriel

P.S: non so,ma ci stava bene.

mrs inminoranza ha detto...

Mmatteo e' vittima di un complotto giudo-pluto-paperin-massonico ai suoi danni. Bisognerebbe segnalare il caso ad Amnesty!

Anonimo ha detto...

Romano Mortadella ha scritto:

"Pagherete caro, pagherete tutto.

Uriel

P.S: non so,ma ci stava bene..."

Non ci stava bene un cazzo. Pensane un'altra che' questa fa cagare...

alekhine ha detto...

Inoltre, il carceriere ha astutamente rimosso la possibilita' di commentare il suo blog/bollettino. cosi si mettono a tacere i compagni e si nega il diritto di parola riconosciuto dalla costituzione. facista!

alek

alekhine ha detto...

ah, dimenticavo, il mio blog si e' unito alla lotta con un apposito post

alek

dacia ha detto...

Affanculo la Palestina, affanculo il Tibet, e affanculo (prossimamente) anche lo Zimbabwe: questa è the real "real thing".

Io ci sto, perché la libertà dei nani (anche se non da giardino ma da apaprtamento) è una nostra responsabilità.

Hasta la victoria, siempre, compañeros!

Dacia Valent

Palmiro Pangloss ha detto...

Mi unisco volentieri a questa battaglia. MMatteo libre!

rollingthunder ha detto...

MMatteo libero una ceppa di minchia. Il suo carceriere è stato anche troppo buono a mettergli anche i ceppi...
siete i soliti liberali del cazzo..

Anonimo ha detto...

Comunismo è disciplina!

http://bloggoanchio.splinder.com/post/16599174/Letterina+dal+carcere

MMastro Titta

giovanni3 ha detto...

ecco, vedo che MMAX ha capito che solo con le buone maniere si edifica il comunismo!

MMAX ha detto...

@alekhine
Ma io ho i commenti..ma che dici!

alekhine ha detto...

Ma io ho i commenti..ma che dici!

taci! non cadro' in questa trappola del capitale! (cazzarola, hai ragione, e si che avevo controllato...temo che sia un effetto dell'indurimento delle arterie). carcerati e proletari condividono la stessa lotta!

alek

Anonimo ha detto...

Federico Mastroianni ha scritto:

A me 'sta faccenda del MMatteo non m'ha fatto ridere una bella minchia.

MMAX ha detto...

@ Federico

Ti manca il requisito fondamentale: la minchia

Anonimo ha detto...

Io invece ho una idea migliore per salvare mmatteo
la procedura è semplicissima

1) avvisare il tribunale per i minori ed il giudice tutelare: le foto, la vita e le vicende di questo bambino non devono girare per internet. Non può chi esercita la potestà genitoriale violare la sua privacy presente e futura
vedasi il blogg di mbabbeo

2) avvisare la madre del pargolo del cattivo uso della potestà genotiriale condivisa con il suo ex. Tutti capiamo la smania di libertà di questa signora, tutti la comprendiamo e giustifichiamo per aver mollato mmax (che se scopa come ragiona non c'è da meravigliarsi che sia cornuto), comprendiamo anche che per essere libera di conoscere altri uomini che la soddisfino (e deve recuperare il tempo perso) smolli il pargolo al padre, ma a tutto c'è un limite

3) ci siamo rotti il cazzo di leggere le vicende di un bambino in ciambella che nuota come mark spitz. vabbe' che ogni scarrafone è bello a mamma sua ma noi non siamo nè i genitori e neppure gli zii
non siamo, fortunatamente, neppure lontani parenti.

massima solidarietà quindi a questo bambino sfortunato, figlio di un cretino che passa le notti su icq con dacia valent e rosetta

Uriel ha detto...

Pensane un'altra che' questa fa cagare...
----

Due etti di speck, grazie.

Uriel

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTRIANNI ha scritto;

"Due etti di speck, grazie..."

Uriel/Prezzemolo/Scorreggione non si accorge di essere un po' monotono.
Non si muove dal repertorio "salumeria".
Qualcuno in ascolto puo' indirizzarlo verso qualcosa di piu' intelli-divertente?
Io lo dico per lui...perche' non mi piace vedere un poveroscemo fare continuamente figuredimmerda.
Il Mastroviti, Master of the Universe, Docente di Scienza Globale all'Universita' di Civitavecchia, illustre politologo, sociologo, criminologo e combattente/resistente antifascista che ci allieta con le sue corrispond-scem-enze da Londra, potrebbe convincerlo a chiudere il becco e infilarsi la mazza roteante nel culo?
Grazie.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Castruccio e Federico Mastroianni nello stesso thread di commenti. Fatte le debite proporzioni, mi sento come Enrico Fermi dopo Hiroshima.

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTROIANNI ha scritto:

Come si sentiva Enrico Fermi dopo Hiroshima?
Tu che lo conoscevi di persona ce lo puoi raccontare in dettaglio?
Le tue storiche testimonianze del modello: "Io c'ero!" sono troppo interessanti per essere solo suggerite con l'abituale modestia che ti e' propria.
Vogliamo saperne di piu':
Come si sentiva Enrico Fermi dopo Hiroshima?
Apri per noi una pagina segreta delle tue Memoires!
Facci entrare nelle stanze dove, in tua presenza, si e' costruita la Storia...

Eugenio Mastroviti ha detto...

Come si sentiva Enrico Fermi dopo Hiroshima?
Tu che lo conoscevi di persona ce lo puoi raccontare in dettaglio?


Ma tu, esattamente, cosa fumi/bevi/ti inietti per avere di queste allucinazioni?

Stai dicendo che una persona non può citare un personaggio storico senza averlo conosciuto di persona? Hai presente quelle risme di fogli di carta con strani segnetti sopra, rilegati insieme e messi fra due fogli un po' più spessi? Quelli che l'elettore medio del nano non usa perchè non sa come si accendono? Si chiamano "libri" e raccontano in dettaglio (tramite quei curiosi segnetti sulla carta) proprio la vita e i pensieri di questi personaggi storici. Ecco svelato un mistero: scommetto che ti sei chiesto per tutta la vita comè che tanta gente aveva incontrato di persona Napoleone, Giulio Cesare e Albert Einstein, e tu nisba.

(poi dice che su Internet non si impara niente)

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTROVITI ha scritto;

Mastroianni carissimo, mi rifiuto di pensare che tu sia cosi scemo da prendere alla lettera quello che scrivo.
Ma ora che mi hai stimolato la curiosita', puoi spiegarmi esattamente cos'e' un libro?

Eugenio Mastroviti ha detto...

Alla lettera? Io? Scioccone...

(no, i libri lasciali stare comunque, non sono roba per te, rischi che anche solo ad averceli vicino ti scatti una sinapsi e ti espellano dal Comitato Italiani Xenofobi All'Estero)

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTROVITI ha scritto:

Mastroianni carissimo,

Xenofobo who? Moi?
Guarda che io voto per Boris Johnson.

Eugenio Mastroviti ha detto...

Xenofobo who? Moi?
Guarda che io voto per Boris Johnson.



Il concetto di "contraddizione in termini" magari lo lasciamo per il corso avanzato, eh?

(e scommetto che votando per Boris Johnson esprimi anche un voto contro le raccomandazioni e la gente che fa carriera in quanto amica di amici. Rinfrescami la memoria, da quanti lavori il buon Johnson è stato licenziato per incompetenza o scorrettezza professionale, per poi trovarne subito un altro grazie ai buoni uffici dei suoi ex-compagni di college nel partito conservatore?)

Uriel ha detto...

Non si muove dal repertorio "salumeria".
----

Sei un salumiere. Da quando i salumieri discutono di (geo)politica ed economia?

Rimani al tuo posto, ragazzo, e rispondi a tono.

Uriel

Anonimo ha detto...

Federico MASTROIANNI ha scritto;

Questo URIEL/PREZZEMOLO/SCORREGGIONE e SCURNACCHIATO deve risentire ancora dei postumi dei traumi subiti durante il servizio militare quando un caporale di Civitavecchia lo obbligava, poverocristo, "a rimanere al suo posto e rispondere a tono".
Uno studente al primo anno di Psicologia dell'Infanzia presso l'Universita' di Civitavecchia diagnosticherebbe con accademica precisione il pesantissimo strascico di turbe infantili subite dal nostro povero Prezzemolino.
Io, che la Psicologia l'ho studiata sul Bignami, individuo anche penetranti dildo/molestie sessuali in eta' pre-puberale. Forse uno zio o un nonno materno.
Ecco spiegata l'ossessione per i salumi.

Anonimo ha detto...

Federeico Mastroianni ha scritto:

@Eugenio Mastroviti.
A proposito di Boris Johnson raccomadato di ferro non ho commenti da fare.
Tu pero' implicitamente riconosci che in Inghilterra, come in Italia e in tutti i Paesi della C.E.E. e, oso supporre, in tutte le nazioni accreditate presso l'O.N.U. ed in tutte le tribu' sopravvissute alla Partition of Africa esiste la pratica della ...racccumadazzzione.
E' ora di finirla con la storiella che la racccumandazzzione e' una tipica specialita' italiana come il Gulash ungherese.
Pensa che Saddam Hussein, persona integerrima e al di sopra di ogni sospetto, era riuscito addirittura a raccomandare quei due macellai dei suoi figlioli; e che il grande timoniere, Mao-Tze-Tung, aveva creato una pensione vitalizia a tutte le belle fighette gialle col libretto rosso che gli avevano succhiato la minchia durante la Rivoluzione Culturale. La Rivoluzione Culturale dei 50 milioni di morti che il nostro Presidente della Camera, Cretino Bertinotti, ora leader della Sinistra Arcodelculo, salutava nel Sessantotto come un evento di "gvande vilievo democvatico..."
Meno male che eravamo nella direzione giusta....

Eugenio Mastroviti ha detto...

E' ora di finirla con la storiella che la racccumandazzzione e' una tipica specialita' italiana come il Gulash ungherese.

Ma certo. E anche l'amore per i raccomandati e la genuflessione davanti a loro probabilmente non è una specialità italiana, nonostante i tuoi sforzi per dimostrare il contrario. Gli imbecilli, come i proletari, non hanno patria.

Anonimo ha detto...

FEDERICO MASTRoIANNI ha scritto:

"Gli imbecilli, come i proletari, non hanno patria..."

E gli intelligenti, come la classe dominante, nemmeno.

Abbiamo scoperto l'acqua calda.

Tu dai il meglio di te nella tarda mattinata. Alle otto del mattino sei ancora un po' rincoglionito.
Hai fatto il turno di notte?

Claudio ha detto...

@Eugenio: grazie per avermi fatto scoprire il geniale concetto per cui, visto che al mondo ci son dei raccomandati, io dovrei votare un incapace che fino ad ora quando si e' trovato a gestire qualcosa l'ha mandata a puttane, invece che uno tra due candidati dei quali uno ha amministrato con buoni risultati una megalopoli, e l'altro un organismo delle forze di polizia per tutti e 32 i borough di Londra.
Sublime logica.

Cla

Uriel ha detto...

Per il coglione: ho fatto il militare in marina, come AUC. Il che significa che i caporali come te mi rispondevano a tono.

In ogni caso, e' inutile che ti sforzi di parlare di societa' e politica. Sei un merdoso salumiere. Ma non sei un salumiere in una societa' che ti ha obbligato a diventarlo. Sei un salumiere di merda, e ripeto di merda, perche' il principale imperativo di qualsiasi coscienza proletaria e' l'emancipazione culturale, mentre tu , sconfinata distesa di merda, non sei mai riuscito a fare nulla di nulla che non fosse andare a lavorare.

SERVO. Sei solo un servo. Te ne sei andato dall' Italia e sei finito a fare il servo li'. E adesso pretendi di discutere di societa' ed economia.

Senti, rimango un ammiratore dei Bonobo. Girati un po' che facciamo pace.

Uriel

Anonimo ha detto...

Federico MASTROIANNI ha scritto:

@Gentilissimo Claudio,
Anche la Signora Thatcher, prima di diventare il Primo Ministro piu' amato e rispettato dal popolo britannico
(piu' amata e rispettata dello stesso Churchill, che guido' la resistenza, quella vera, non quella partigiana alla Bolognese contro il Nazismo)...anche la Signora Thatcher, dicevo, non aveva esperienza di governo.
Ammetterai che il tuo argomento e' piuttosto deboluccio.
Brian Paddick avra' senz'altro molte potenzialita' e potrebbe essere un eccellente sindaco. Ma corre per il Lib-Dem e quindi non ha la base necessaria per aspirare ad un incarico cosi prestigioso.
Il gioco e' Boris contro Ken.
Ken e' sceso molto in popolarita' ed e' detestato dalla stessa working class che lo ha eletto, una working class che gira a destra perche' la citta' e diventata piu' caotica, piu' pericolosa, segregata e sempre piu' cara.
Perche', piu' in generale, la gente, non ostanti i colossali investimenti con carichi fiscali insostenibili ha visto poco o niente di quello che gli era stato promesso.
Risultati scarsissimi e molto malessere sociale.
Ecco la ragione del "vantaggio Boris".
Ed ecco la ragione del "vantaggio Tories".

Claudio ha detto...

@Eugenio: non e' al livello degli esercizi di logica letti nel blog di mattia-red glow, ma anche sostenere che "mancanza di esperienza di governo" e "mandare a puttane l'unica esperienza pratica di gestione che hai fatto" siano la stessa cosa non e' male, che ne dici?
Notizie del prigioniero politico?

Anonimo ha detto...

Federico Mastroianni ha scritto:

@Claudio gentilissimo,

Quando parli con la gente cerca di guardarla negli occhi senza cagarti addosso.
E' cosi che si diventa uomini e non quaraccuaqqua'.

La logica con la politica non c'entra una minchia.
Tu per esempio hai trovato logico votare per Mortadella/Bertinotti/Diliberto/Pecoraro-Scanio.
Anche il Mastroviti ha trovato logicissimo votare per un governo con Pecoraro-Scanio.
E tanta altra gente con la quale il Mastroviti si masturba tutti i giorni a livello intellettuale ha votato per Pecoraro-Scanio e Bertinotti.
E tutti quanti avete fatto una figuradimmerda.
"Sublime logica".